Settembre 2014

Sfoglia online in anteprima in nuovo Quello che c'è Settembre 2014

Corsi di Informatica

Corsi di Inglese

 

Eventi Flash

Notice
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items

Editoriale dell'editore - Ottobre 2013

Profumi ed emozioni

Ed eccoci nel mio mese preferito, un mese che insieme ad agosto permette di tuffarci in una miriade di eventi, per lo più mangerecci. La castagna la fa da padrone, un frutto tanto antico, quanto ricco e nello stesso tempo povero, ma sicuramente tanto buono. Il mese di ottobre è anche il mese dei profumi, l’odore del mosto, io lo conosco bene, perchè mio padre faceva il vino. L’ho visto in costume dentro le botti a pestare l’uva, ero tanto piccino, poi si è evoluto e cominciò ad utilizzare strumenti più pratici. Ma il profumo del mosto era sempre quello, il primo vino chiarino, quel sapore dolciastro...come faccio a scordarlo? Come non posso scordare i profumi del bosco d’autunno. A quattro anni mi portavano già a cercare funghi, e il bosco parlava... raccontava... e lo sentivo più vivo che mai. Ho visto la passione di mio nonno e poi di mio padre, che hanno trasmesso anche a me, nella ricerca del Boletus edilus , e ho visto ed ho imparato anche il grande rispetto verso la natura . L’ho visti guardare il cielo, guardare la luna, segnare i giorni su di un calendario, mi hanno svegliato che era notte e non capivo... ora tutto mi è chiaro. Questo mese abbiamo voluto raccontarvi questi profumi, questi sapori, queste emozioni, emozioni che abbiamo avuto anche quando giocavamo a pallone e la palla finiva in rete, quando abbiamo esultato nel vedere buttare la palla in goal da quel grande calciatore di nome Gianni Rivera...sì perchè anche di calcio parliamo questo mese, del meraviglioso calcio dei ragazzi, che scoprono emozioni che forse non pensavano di provare. Ecco di fronte alla semplicità di queste emozioni, mi chiedo perchè tanti giovani e meno giovani vogliono inoltrarsi nella loro ricerca rischiando di mettere a repentaglio la propria vita e quella degli altri. A volte, leggo notizie che mi sconvolgono e mi chiedo perchè un uomo possa arrivare addirittura ad uccidere per provare determinate sensazioni. Non è necessario, non è assolutamente necessario, forse dimentichiamo che dentro di noi abbiamo un energia inesauribile di vita, di amore verso tutto ciò che è bello e buono, e che è tutto a nostra disposizione...basta volerlo! 

 

BUONA LETTURA A TUTTI! 

Guido Barlocco – Edit.

SPORT

Vincenzo Nibali: una leggenda in casa!

VALDINIEVOLE

Valdinievole Ovest presto unita

RUN..DAGIATA 2014

2° Edizione della Run...dagiata 

SCUOLA

Ti sei già preparato al nuovo anno scolastico?

SOCIALE

"Alzi la mano chi non ha mai picchiato una donna"