7-9 dicembre

Il Desco 2018

Dove: Lucca  Per info: www.ildesco.eu

  • Il Desco – Saperi e Sapori Lucchesi edizione 2018, si conferma come la manifestazione delle eccellenze gastronomiche della provincia di Lucca. Quattro week end molto ricchi nella cornice del Real Collegio nel centro storico della città. Espositori presenti da tutto il territorio lucchese con i prodotti tipici e tradizionale come salumi, carni, ortaggi, cereali, prodotti caseari con ampia scelta tra le varie tipologie di formaggi e derivati, senza dimenticare l’olio extravergine di olive e i noti vini delle Colline Lucchesi o di Montecarlo. La tradizione lucchese si vanta inoltre di prodotti di panetteria in particolare nelle zone di Altopascio e Garfagnana, quest’ultima con il suo famoso pane di patate. Ottima anche la tradizione toscana garfagnina nota per i suoi buccellati o le torte coi becchi. E’, inoltre, possibile trovare espositori locali del settore della pasticceria e dei birrifici. Non solo: sul sito dell’evento si promettono anche ulteriori novità: “’edizione 2018 si rinnova: # raddoppia la superficie espositiva; # triplica l’offerta: produzioni agroalimentari di eccellenza, produzioni BIO (agroalimentare e cosmetica) e arredo e decoro della tavola; # apre a espositori provenienti da tutte le Regioni italiane. Il Desco è anche molto di più: showcooking, laboratori sensoriali del gusto, laboratori per bimbi, convegni, degustazioni, minicorsi,  aperitivi”.
  • Festa dell’Olio 2018
    • Dove: San Quirico d’Orcia (SI) – Palazzo Chigi e Centro storico Per info: comunesanquirico.it Tel. 0577.899711
  • La festa, giunta alla sua 26a edizione, è cresciuta negli anni, diventando occasione irrinunciabile di incontro di turisti con il paese e momento di dibattito sullo sviluppo economico correlato alla salvaguardia del territorio. La festa mantiene però la caratteristica di sagra paesana, con gli stand allestiti nel centro storico, con i bracieri accesi nella pubblica via dove si preparano bruschette  da offrire in assaggio ai visitatori. Bande musicali, trampolieri e saltimbanco allietano i pomeriggi mentre nei ristoranti si fa a gara a riscoprire cibi tradizionali della cucina toscana, tutti conditi con olio di San Quirico, naturalmente. Un’esplosione di sapori, profumi e folclore popolare, l’occasione per visitare paesaggi famosi nel mondo e per degustare la nuovissima annata dell’olio extravergine.
  • 8 dicembre
  • SAGRA DELLA POLENTA DOLCE E DEL BALDINO
  • L’evento è dedicato a due prodotti derivati delle castagne, di cui i boschi che circondano il borgo sono ricchi: baldino e polenta dolce con salsicce e ricotta, frittelle e dolci con farina di castagne. E’ inoltre prevista una esposizione di prodotti locali: miele, formaggio, marmellata di marroni, farina, mele, noci e la ricostruzione di un angolo caratteristico e tradizionale con dimostrazione di vecchie pratiche culinarie L’evento è stato inserito dalla Provincia di Arezzo tra le 15 “sagre di territorio”, selezionate con criteri di tradizionalità, valore storico-culturale e rispetto dell’ambiente.

 

8-9 dicembre

Sagra del Cinghiale di Suvereto

Dove: Suvereto (LI) Per info: www.suvereto.net Tel. 328.9008053

La Sagra del Cinghiale è l’evento per eccellenza di Suvereto e rappresenta il punto di incontro tra i sapori, la cultura e il folklore locale. Tenutasi per la prima volta il 29 dicembre del 1968, la sagra ora si svolge nei giorni a ridosso dell’8 dicembre, con eventi volti a valorizzare la storia del paese e la sua cultura. Dal punto di vista gastronomico la sagra offre la miglior qualità dei suoi prodotti tipici, tra cui olio e vino da tutte le aziende locali e la possibilità di assaggiare numerosi piatti a base di cinghiale, selvaggina tipica della zona che da il nome alla festa. Degno di nota è il Corte Storico, una ricostruzione ormai nota in tutta Italia che, grazie alla presenza di numerosi figuranti in costume, divisi in nobili e popolani, da la possibilità agli ospiti di vedere uno scorcio della vita dell’epoca. Durante tutti i giorni della festa si terrà inoltre un mercatino per le vie del paese con decine di espositori e lavori di artigianato e produzioni locali: sarà infatti possibile trovare artisti del legno e del metallo che, oltre ad esporre le proprie opere, ne creeranno di uniche durante la stessa sagra per la gioia dei passanti e degli ospiti del paese.

Castagne e Vino Nuovo

Dove: San Gimignano (SI)  Per info: www.cavalieridisantafina.it  Tel.0577.940008

I Cavalieri di Santa Fina scalderanno mani e cuori infreddoliti dall’autunno con questo appuntamento enogastronomico. Un’occasione per rallegrare gli animi in compagnia e con allegria con le persone dell’associazione e per esorcizzare  l’arrivo delle nebbie e del freddo. I Cavalieri allestiranno degli stand che distribuiranno  caldarroste e ottimo vino novello presso la Loggia del Comune di Piazza del Duomo, dalla mattina fino alla sera.

Barga in Cioccolato

Dove: Barga (Lu) Per info: fb We Planner

Save da Date, a Barga non potete perdervi la tre giorni dedicata ai golosi del prodotto più amato della cultura dolciaria italiana: il cioccolato. Praline, torte, cioccolate calde, fondute, mousse, tavolette ripiene, liquori e tante altre produzione artigianali a base di cioccolato. Un festival vero e proprio dedicato ai maestri del cacao. Per le vie del centro barghigiano sarà possibile assaggiare e acquistare tante particolari specialità a base di questo nobile prodotto, degustazioni, mini eventi con abbinamenti del cioccolato, musica e animazioni per bambini. La magia del Natale caratterizzerà la manifestazione con la presenza del mercatino artigianale natalizio e dell’antiquariato. Orario: dalle ore 10,00 alle ore 20,00.

Mostra Mercato di Asciano

Dove: Asciano (SI) Per info: fb Associazione Tartufai del Garbo

Conto alla rovescia per la prossima edizione della Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi. Promossa dall’Associazione Tartufai del Garbo con la collaborazione del comune di Asciano, propone un ricco calendario di eventi che puntano sulla divulgazione di questa grande risorsa economica del territorio. Visite guidate alla ricerca del tartufo, il suo impiego a tavola nelle ricette ideate da grandi chef stellati fino allo straordinario con i vini Chianti Classico grazio al sodalizion col Consorzio del Gallo Nero. Sarà possibile visitare la mostra gustando i sapori dello street food per le vie del centro che sarà animato anche da iniziative per i più piccoli. Si distingueranno le due cene stellate, in programma venerdì 8 e sabato 9 dicembre con i 5 chef stellati e due con addirittura due stelle Michelin (Claudio Sadlere e Pino Cuttaia). Entrambe le serate si svolgeranno nel prestigioso scenario delle Scuderie del Granduca. In questa edizione si svolgerà la prima edizione dell’Esposizione Canina – Speciale Lagotto.

Antichi Sapori Toscani

Dove: Lastra a Signa. Per info: sagritaly.com

Ogni anno, a dicembre, nei giorni della festa dell’Immacolata, si svolge “Antichi Sapori”, una rassegna gastronomica importante che unisce il sapore della cultura e della tradizionale cucina toscana agli aspetti che per secoli hanno contraddistinto il paesaggio di questa regione. Ribollita, minestra di farro, maialino al finocchietto, gobbi rifatti alla fiorentina, fagioli, pane cotto a legna, trippa, roventini, olio, vino delle colline toscane, vin santo: sono questi alcuni degli antichi sapori che propone la tradizionale Sagra di Lastra a Signa. La riscoperta degli antichi sapori con la sua carrellata di pietanze del passato rigorosamente elaborate con ingredienti genuini, ripropone in maniera anche molto audace, il gusto per le cose di un tempo. Olio d’oliva e pane cotto a legnas’impongono con i loro sapori in una cornice moderna fatta di fast-food, cibi veloci privi di una loro storia, consumati rapidamente per strada e pur sempre simbolo di un’epoca: più che di una riscoperta per le nuove generazioni quella degli antichi sapori può essere una vera e propria scoperta che ovviamente va al di là dell’aspetto gastronomico andando a rafforzare quell’identità storica e sociale delle nuove generazioni sempre più insidiata dalla massificazione culturale. Non si tratta, quindi, di nostalgie del passato ma di un desiderio di mantenere vive quelle tradizioni che hanno contribuito a rendere forte l’identità culturale di un popolo. Le origini di Lastra a Signa sono racchiuse, come per gran parte dei paesi della Toscana, in una forte tradizione contadinache oltre a modellare il territorio in maniera armoniosa trasformandolo in uno dei più belli del mondo, ha tramandato un patrimonio di valori e tecniche di lavoro di cui la cucina non è certo parte secondaria. Sapori antichi, insomma, che non hanno alcuna intenzione di rimanere chiusi in un museo o in qualche raro antico libro di ricette regionali: la vivacità e l’importanza economica che rivestono la produzione di olio e vino delle colline lastrigiane, la loro progressiva riscoperta e valorizzazione, sono lì a dimostrare che gli antichi sapori sono già pronti ad accogliere la sfida del nuovo millennio. La Sagra è organizzata dal Comune di Lastra a Signa con la collaborazione delle locali associazioni di volontariato. Si svolge nel centro storico di Lastra a Signa dove sono allestiti numerosi stand gastronomici. Alla manifestazione viene abbinata l’edizione invernale del Mercatino dell’antiquariato “Oggetti d’uso e botteghe d’arte in Lastra antica” e del concorso provinciale organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Firenze, Cna e CIA degli oli extravergine d’oliva “L’olio d’Oro”.

Lo gradireste un goccio di vin santo?

Dove: Torrita di Siena (Si) – Loc. Montefollonico Per info: fb Pro Loco Montefollonico

“Lo gradiresti un goccio di vin santo?”. E’ con questa domanda che i nonni degli abitanti di Montefollonico davano il benvenuto ai forestieri: offrire un bicchiere di vin santo rappresenta infatti uno dei gesti più antichi dell’ospitalità toscana. In quello che nel frattempo è diventato “il borgo del vin santo”, l’8 e il 9 dicembre questa antica tradizione rivivrà attraverso un ricco programma di eventi e intrattenimenti fra degustazioni, mostre e spettacoli a tema e il divertente concorso del “miglior vin santo fatto in casa”. Lo splendido borgo a due passi da Torrita di Siena sarà animato per tre giorni da giocolieri, saltimbanchi e musici, per festeggiare a dovere una lavorazione secolare che da queste parti conta tantissimi produttori “artigianali”, valorizzando i tratti caratteristici e più significativi del loro lavoro.

15 e 16 dicembre

Lucca Piccante

Dove: Real Collegio di Lucca.

Dal 15 al 16 dicembre a Lucca si terrà la mostra mercato lucchese del peperoncino Lucca Piccante. Per due giorni la città toscana ospiterà una serie di eventi dedicati a questo prodotto d’eccellenza.

Il programma di Lucca Piccante prevede l’apertura degli stand per la vendita di prodotti gastronomici, piante, frutti e oggetti d’antiquariato. Nel corso di Lucca Piccante, inoltre, i partecipanti potranno partecipare a cooking show e seminari a tema, oltre a visitare mostre pittoriche e fotografiche.

Lucca Piccante è una mostra organizzata dal Club Italiano del Peperoncino, in collaborazione con altri enti locali. Gli spazi espositivi resteranno aperti al pubblico al Real Collegio di Lucca e l’ingresso sarà gratuito.

16 dicembre

La Festa delle Briciole

Dove: Fornoli (LU) Per info: Tel. 349.5551932

Nella centrale piazza Aldo Moro si svolgerà 6a edizione della Festa delle Briciole, una giornata di puro divertimento all’insegna di giochi di legno, giostre, truccabimbi, cavalli a dondolo ma anche delizie per il palato con panini a wurstel e salsiccia alla griglia, crèpes alla nutella, necci e vin brulè e tanto altro ancora. Potrete assistere anche all’arrivo della Corsa dei Babbo Natale, ore 11,00. Per l’intera giornata saranno allestite anche le bancarelle di curiosità, artigianato artistico e antiquariato.

Fino al 20 gennaio 2019

Birraio dell’anno, 10° edizione

Dove: Firenze (Obihall). Per info: www.obihall.it

Ideato e organizzato dal network Fermento Birra, il premio, che riconosce il miglior artigiano della birra italiana.Giunto alla decima edizione l’evento vuole essere una “vetrina” per un settore che vanta eccellenze riconosciute e apprezzate a livello internazionale, un doveroso tributo a prodotti artigianali unici nati dalla maestria e dalla creatività dei nostri birrai, che durante la tre giorni saranno presenti all’evento pronti a raccontare la loro passione attraverso le loro birre.