4-6 maggio

LA NOTTE DEI PIRATI

Dove: Porto Ercole (GR) Per info: http://lanottedeipiratidiportoercole.com/

Uno degli appuntamenti più attesi nel cartellone delle feste dell’Argentario. In un giorno e in una notte di primavera, nel primo weekend di maggio, il paese cambia faccia e diventa ancora più pittoresco e misterioso. Una trasformazione che coinvolge il lungomare e le sue caratteristiche spiaggette, e soprattutto bar, ristoranti, locali e….persone. Addobbi, scenografie, costumi e coreografie assicurano a ogni edizione nuovi motivi di divertimento e spettacolo per “pirati” e spettatori. Chi verrà a Porto Ercole nell’occasione avrà l’impressione di entrare in osterie e locande-covi di pirati, o di camminare per le vie di un porto durante uno di quegli assalti e saccheggi che qui ebbero luogo nei secoli antichi e che la festa vuole rievocare. Il sabato, all’ora del tramonto, la colorata e rumorosa sfilata delle ciurme – migliaia di figuranti – lungo la strada principale del paese rappresenta il momento più popolare, antecedente di quello più atteso e suggestivo che arriva alle prime ombre della sera, quando le ciurme, raggiunto il lungomare per imbarcarsi sui “guzzi”, le tipiche imbarcazioni locali, di lì a poco prendono d’assalto le piccole spiagge dell’insenatura, tra urla, fuochi, fumi colorati ed esplosioni, caratteristici fuochi artificiali accompagnano questo singolare e spettacolare “sbarco”. Senza un attimo di tregua tutti nei covi a consumare il rancio. Un colpo di cannone….e tutte le ciurme di corsa a prendere parte ad una divertente ed unica “ Caccia al Tesoro” in notturna. Duelli, quesiti, travestimenti, prove di ogni genere, il bacio di fuoco, la passerella della morte per cercare di prendere per primi LA CHIAVE che permetterà di aprire il forziere, che contiene…

 

5 maggio

PALIO DEI MICCI

Dove: Seravezza (LU) – Loc. Querceta Per info: info@prolocoquerceta.it  tel. 0584.760871

Il “Palio dei Micci” (un miccio, in vernacolo versiliese, è un asino) è una manifestazione a carattere storico-folkloristica pensata nel 1956 che ha avuto fin da subito grande partecipazione popolare. Si disputa tra otto contrade (Cervia, Leon d’Oro, Lucertola, Madonnina, Ponte, Pozzo, Quercia e Ranocchio) nella prima domenica di Maggio. Vi assistono migliaia e migliaia di spettatori provenienti da varie regioni italiane e comitive straniere. La rappresentazione ricalca il clichè delle rievocazioni medievali e rinascimentali con un carattere schiettamente popolare, e, naturalmente, con forte spirito contradaiolo con la sua sfilata in costume storico che si svolge anche per le vie del paese, e alla corsa per la conquista dell’ambito gonfalone.

 

5 maggio

TROFEO MARZOCCHINO

Dove: Firenze-Piazza della Signoria Per info: info@bandieraidegliuffizi.it Tel.348.7734497

È organizzato dall’Associazione Amici dei Bandierai degli Uffizi con l’aiuto del Comune di Firenze il Trofeo Marzocchino 2019, torneo amichevole tra giovani componenti di gruppi storici di sbandieratori. L’evento si svolgerà in Piazza della Signoria a Firenze Domenica 5 maggio 2019. Quella del 2019 è la VI edizione e si articola nell’esecuzione, da parte di ogni compagine storica partecipante, di due esibizioni che vengono accompagnate dai Musici. La suggestiva cornice di Piazza San Lorenzo, trasmette alle compagini storiche una sensazione unica che vuole essere diffusa tra i gruppi di sbandieratori dell’intera nazione e anche di livello internazionale ed estesa anche alle realtà che scommettono sui più giovani addestrando e allenando i più piccoli all’arte del maneggio della bandiera e della musica storica.

9 – 12 maggio

CANTÀ MAGGIO, PALIO DEI RIONI E FIERA PROMOZIONALE

Dove: Barberino di Mugello (FI)  Per info: www.prolocobarberino.net  Tel. 055.8477230-347.4928440

Dal 9 al 12 maggio a Barberino di Mugello nuova edizione del Cantà maggio Palio dei Rioni e Fiera promozionale, tradizionale festa paesana con giochi rionali e stand gastronomici e concerti di canti popolari toscani de ‘I Maggiaioli’ in forma itinerante per le vie del paese.

Il palio del Maggio vedrà anche quest’anno le varie squadre dei rioni sfidarsi in 5 giochi (tiro alla fune maschile e femminile, corsa del martinaccio, la corsa delle botti, carretti allo sterzo).
La giornata conclusiva vedrà poi il coinvolgimento di tutto il paese con il “mercatino del Maggio” , l’apertura straordinaria dei commercianti del centro. Non mancheranno ovviamente, come da tradizione, le sfilate dei gruppi di maggiaioli provenienti da otto diverse località della zona.

 

10 e 11 maggio

1° FESTIVAL DELLA RISATA

Dove: Lucca. Per info: www.eventsandexecutive.com/evento/festival-della-risata/

Il 10 e 11 maggio 2019 Lucca sarà protagonista della prima edizione del Festival della Risata. Due giorni per animare il centro storico, ridere insieme e approfondire al contempo tematiche anche importanti, ma sempre con il sorriso sulle labbra. Ad anticipare il festival, il via ad un bando per il concorso nazionale di nuovi talenti della comicità, che si esibiranno nelle piazze di Lucca.  La manifestazione, che ha incassato il patrocinio del Comune di Lucca ed è inserita nel calendario degli eventi “Vivi Lucca”, è realizzata in collaborazione con Confcommercio Imprese per l’Italia – Province di Lucca e Massa Carrara, mentre alcuni eventi si svolgeranno in collaborazione con il Festival del Volontariato. Il progetto nasce dall’associazione culturale E&E – Events and Executive, costituita  dall’idea di due giovani lucchesi, Erika Citti ed Elisa D’Agostino, note per la loro collaborazione con diverse realtà culturali. Il Festival della Risata è un evento unico nel panorama toscano, suggestivo, che possa emozionare, far ridere e divertire, ma anche che sappia introdurre, con ilarità, a temi di rilevanza sociale e scientifica da poter diffondere soprattutto al pubblico delle nuove generazioni, quel pubblico che a volte fatica a comprendere il linguaggio “serio” dell’adulto.  Riso e risata sono un binomio che unisce diverse generazioni. Non a caso il direttore artistico sarà Matteo Cesca, giovane comico lucchese, noto al grande pubblico oltre che per i suoi spettacoli teatrali, anche per la sua partecipazione al programma sulle reti Mediaset “Zelig”.

 

12 maggio

TAPPA DEL GIRO D’ITALIA

Dove: Fucecchio. Per info: www.giroditalia.it

Il 102esimo Giro d’Italia fa tappa a Fucecchio e la città si tinge di rosa.

Tappa mossa fin dalla partenza che attraversa l’Appennino a Castiglione dei Pepoli per scendere a Prato e affrontare le colline del circondario Empolese Valdelsa con Montespertoli, la salita del Castra / Montalbano e di San Baronto prima dell’arrivo di Fucecchio.

19 e 21 maggio, 2 giugno

MAGGIOLATA LUCIGNANESE

Dove: Lucignano (AR) Per info: www.maggiolatalucignanese.it  Tel.334.1958505

È una delle feste più antiche e di più grande tradizione della nostra regione, la Maggiolata Lucignanese, che si svolge nel bel centro della Valdichiana. È anche il maggiore evento festivo annuale di Lucignano, e richiama giustamente un folto pubblico. Il quale come ogni anno assisterà alla sfilata di carri allegorici splendidamente fioriti, creati dalle quattro contrade cittadine. Gruppi folkloristici e bande musicali faranno inoltre parte della grande festa.

19 maggio

5a MOTOSFOGACCIATA

Dove: Gallicano (LU)  Per info: motosfogacciata@gmail.com  Tel. 328.54911898 – 320.7979925

PROGRAMMA – Ore 8.30 ritrovo dei partecipanti presso gli impianti sportivi. Iscrizioni aperte fino alle ore 10.30. Ore 11.00 partenza.  Ore 13.00 arrivo e pranzo a Gallicano.

 

19 maggio

XXXIX  PALIO DELLE CONTRADE

Dove: Fucecchio. Per info: www.paliodifucecchio.it

Ore 09.00 CORTEGGIO STORICO. Si svolge la mattina del Palio e percorre, con circa 1200 figuranti in magnifici costumi, le principali strade del paese. Ogni contrada propone la rievocazione di un momento storico di Fucecchio. Il corteggio è chiuso da un gruppo di 12 figuranti, uno per contrada, che accompagnano il cencio, ovvero il drappello dipinto che sarà disputato il pomeriggio alla corsa.

Ore 15.00 LA CORSA DEI CAVALLI. Si svolge la domenica pomeriggio nell’area verde della Buca del Palio dove è stata realizzata una pista ad anello in sabbia. La gara si articola in tre corse: 2 batterie e la finale. Per informazioni ed il programma completo della settimana del Palio. www.paliodifucecchio.it

24 maggio

COLATA DELLA CERA

Dove: Cortona. Per info: http://www.giostraarchidado.com.

In preparazione della settimana medievale e della giostra dell’archidado a Cortona, ecco la colata della cera. In programma dalle 21.30, l’evento offrirà uno scenografico gioco di storia, luce e tradizioni di una bellezza abbagliante. Da non perdere.

 

25 maggio

XXII RADUNO VESPA E APE DI PONTE A CAPPIANO

Dove: Ponte a Cappiano. Per info: 3476015259 vespaclubilpontemediceo@alice.it

L’evento, inserito nel calendario dei raduni Vespa Club Italia, è organizzato dal Vespa Club Il Ponte Mediceo e patrocinato dal Comune di Fucecchio. Ritrovo alle ore 9.30 in piazza Giani a Ponte a Cappiano, dove tutti gli appassionati avranno la possibilità di ammirare i veicoli prodotti nei più svariati modelli dal 1946 ad oggi. A seguire partenza per giro turistico sulle colline Toscane con sosta per il pranzo a Selvatelle (PI).

25 maggio

17^ EDIZIONE DEL BANCHETTO MEDIEVALE

Dove: Castiglion Fiorentino (AR) – Chiostro S. Francesco Per info: www.terziereportafiorentina.it  Tel. 348.3079053-328.7817212

Vi ritroverete dal XXI al XV secolo: ogni suono, ogni particolare, ogni personaggio sembrerà uscito dalle pieghe del tempo. Il messere e la dama, padroni di casa, accolgono i convenuti all’ingresso e li accompagnano ai tavoli apparecchiati con juta e tela grezza, sopra i quali vengono poste candele, centro tavola di erbe aromatiche e bacinelle di acqua profumata da petali di rosa. Le pietanze dai sapori agrodolci e speziati, tipiche del Basso Medioevo, vengono servite nei “cocci” di terracotta e gustate con posate di legno, mentre l’oste riempie copiosamente le brocche di ottimo vino. Il tutto accompagnato da musiche d’epoca suonate con antichi strumenti ed ammirando alla luce di torce e candele, l’esibizione di giocolieri, giullari, mangiafuoco, musici e sbandieratori. Come potete immaginare l’atmosfera sarà unica!!! Quindi vi consigliamo di prenotare in anticipo visto che i “fortunati” potranno essere solo 160. Non lasciatevi sfuggire l’occasione di una cena unica, in un ambiente splendido che molti ci invidiano.

 

25 e 26 maggio, 1 e 2 giugno

FESTA MEDIEVALE A MALMANTILE

Dove: Lastra a Signa (FI) – Loc. Malmantile  Per info: www.festamedioevalemalmantile.it Tel. 055.8729700

Malmantile, la frazione collinare del Comune di Lastra a Signa, assumerà le sembianze di un borgo medievale del 1400. All’interno delle Mura, edificate nel XV secolo, sarà allestita una scenografia incantevole e originale. Grazie alla presenza di oltre centocinquanta figuranti sarà ricostruito l’ambiente caratteristico del borgo medievale. Saranno rappresentati con cura i mestieri dell’epoca, con artigiani impegnati nel lavorare carta, ceramica, terracotta, ferro, legno, pietra e paglia. Non mancheranno tessitori, alchimisti, pittori e scrivani. Presso l’Hosteria o i ristori situati lungo il percorso, i visitatori saranno accolti da incantevoli dame e da prodi cavalieri per gustare un piatto tipico o un veloce spuntino. Servizio navetta dai parcheggi di Lastra a Signa

 

26 maggio

INFIORATA DI SCARPERIA

Dove: Scarperia (FI)  Per info: www.prolocoscarperia.it  Tel. 055 8468165

Come di consueto anche quest’anno alla fine di maggio Scarperia si riveste di fiori inaugurando una primavera tutta speciale. Le strade e le piazze del centro storico del paese vengono ricoperte di quadri floreali, alcuni in 3D, che rappresentano un tema comune. I disegni sono realizzati con i petali dei fiori, principalmente garofani, che cittadini, alunni e commercianti pazientemente spetalano la sera precedente. Lungo la via principale del centro storico, Via Roma, e nelle due piazze, Piazza dei Vicari e Piazza Clasio, tra la sera del sabato e la mattina della domenica, scuole, associazioni, commercianti e cittadini daranno vita a oltre 20 quadri floreali.

 

26 maggio

122° BALESTRO DEL GIRIFALCO

Dove: Massa Marittima (GR) Per info: www.societaterzierimassetani.it

Il Balestro del Girifalco, è la tradizione massetana per eccellenza. La suggestiva manifestazione, è una gara medievale a colpi di balestra, disputata tra i tiratori di ogni “zona” della città che due volte l’anno si sfidano seguendo le regole degli antichi giochi di guerra. La disputa è dedicata a San Bernardino, con dedica particolare a “La beatificazione di Madre Teresa di Calcutta”. La gara è preceduta da un corteo storico di oltre 150 persone,  meticolosamente curato, negli abiti e negli strumenti impugnati da balestrieri e figuranti. Al suggestivo gruppo che scende dalla città alta al centro, prendono parte, i musici, i portainsegne, le dame di ogni terziere e i 24 tiratori. Al termine della sfilata, il gruppo ormai famoso in tutta Italia, della Compagnia Sbandieratori di Massa Marittima, si esibisce in volteggi e coreografie di grande impatto, dopodichè, inizia la competizione tra i Balestrieri; chi conquista con la propria freccia, l’angolo di bersaglio più vicino al centro regala al proprio terziere, la vittoria rappresentata dall’ambito drappo di seta dipinto a mano detto “palio”.

 

 

26 maggio

FESTA DEL VENTO

Dove: Cerreto Guidi. Per info: Consultare la pagina FB Festa del Vento 2019.

L’evento è una grande festa del volontariato sociale che nasce per offrire giochi e attività completamente fruibili a tutti, nello spirito e nella tradizione dell’associazione promotrice. Ingresso libero, tutte le attrazioni sono gratuite.  Saranno presenti inoltre: chioschi bar/ristorante con bomboloni, pasta fritta, panini caldi cotti sulla griglia, bibite. Spazio per sciogliere i cani. Parcheggio dedicato a moto, motorini, camper e disabili/anziani. Nella splendida cornice del Lago I Salici al confine fra la località Botteghe di Fucecchio e Stabbia di Cerreto Guidi, a cura dell’associazione Semplicemente onlus.

1 e 2 giugno

LUCCA MEDIEVALE

Dove: Lucca – Giardini Ex Cavallerizza Per info: www.luccamedievale.it

Una festa nella quale la tradizione incontra la cultura e lo spettacolo, con animazioni ed intrattenimenti durante tutti e due i giorni, tornei di uomini d’arme, balestrieri ed incontri all’arma bianca, giocolieri e musica, tutto all’insegna del medioevo. Nel primo weekend di giugno, quindi, spazio al medioevo tra balestrieri, dame, uomini d’arme, storia, magia e spettacolo.

 

Dal 1 al 9 giugno

SETTIMANA MEDIEVALE E GIOSTRA DELL’ARCHIDADO A CORTONA

Dove: Cortona (AR) Per info: www.giostraarchidado.com giostraarchidado@gmai.com

La giostra dell’Archidado, istituita ufficialmente nel 1397 per festeggiare il matrimonio del signore di Cortona con una nobildonna senese, è una splendida rievocazione medievale in cui i quintieri della città si sfidano in un torneo di tiro con la balestra. Per il programma dettagliato di ogni evento e rievocazione conviene cliccare il sito dell’evento, www.giostraarchidado.com. In programma un mercatino medioevale, una rievocazione storica di un grandissimo matrimonio, la giostra dell’archidado, e moltissimi eventi del sapore e della tradizione. Una settimana ricchissima quindi di punti e spunti d’interesse che trasformerà la bellissima Cortona in una macchina del tempo.

 

8 e 9 giugno

PALIO DEI BARCHINI CON LE RUOTE

Dove: Castelfranco di Sotto (PI)  Per info: FB Palio dei Barchini con le Ruote

In tutta la penisola tanti piccoli borghi organizzano momenti per animare la comunità e richiamare curiosi: regate storiche, rievocazioni a cavallo, gare che riprendono in modo più o meno fedele le giostre medievali, ma a Castelfranco di Sotto si svolge ormai da più di trent’anni un singolare palio con elementi già noti che si fondono in una competizione unica nel suo genere. Qui, infatti, siamo ben lontani dal mare; è vero, a sud del paese scorre l’Arno ma non è lì che fluttuano i colorati barchini del palio di Castelfranco, bensì attorno a Piazza Garibaldi, in pieno centro. Come ci riescono? Con ruote e con bastoni di castagno, detti “bacchi”, mossi da due rematori. Lo scopo della rievocazione è di far rivivere in modo chiassosamente scherzoso, con una gara molto sentita dai contradaioli, le quotidiane fatiche dei renaioli, che per secoli dragarono l’Arno per procurarsi la sabbia con cui venivano costruiti nuovi edifici. I rematori devono compiere tre giri attorno alla piazza su barchette lunghe tre metri e mezzo, dal fondo piatto, seguendo il tracciato delimitato dalle balle di fieno. Le contrade che si contendono il “cencio”, l’ambito drappo dipinto ogni anno da un diverso artista, sono quattro: San Michele in Caprugnana, San Martino in Catiana, San Bartolomeo a Paterno e San Pietro a Vigesimo. Rappresentano i quattro villaggi che originariamente furono costruiti attorno al castello medievale, così come li descrisse il canonico Giovanni Franceschini nelle sue cronache.

 

9 giugno

RANDONÉE DI PINOCCHIO

Dove: Valdinievole.

Per ogni informazione su questo evento della tradizione sportiva leggi a pagina 131.