8 dicembre-4 febbraio

PRESEPE A SANTO SPIRITO

Dove: Firenze – Basilica di S. Spirito

Nella splendida cornice della Chiesa di S.Spirito è stato allestito in occasione del Natale il Presepe Monumentale del Maestro Francesco Artese, la rappresentazione della nascita di Gesù ambientata nel cuore dei Sassi di Matera, l’antica Città della Basilicata, Patrimonio dell’Umanità, che rafforza la meraviglia di un paesaggio unico e offre ai visitatori l’incanto scenografico di una storia che rievoca tradizioni e simboli universali di fede e convivenza tra i popoli.
L’iniziativa nasce da un accordo di collaborazione con la Regione Basilicata in vista del 2019, anno in cui sarà Matera la Capitale europea della Cultura chiamata a rappresentare l’Italia. Orario: feriali 10-12.30 e 16-18, domenica 16-17.30. Chiuso il mercoledì.

9 dicembre-2 febbraio

GRANDE PRESEPE ARTISTICO DELLA PARROCCHIA DI OSTE

Dove: Montemurlo (PO) – Loc. Oste Per info: www.parrocchiaoste.it Tel.0574.798667

Il grande Presepe artistico, oltre 35 mq, è allestito all’interno della Chiesa parrocchiale di Oste in Piazza Amendola. L’ambientazione è impreziosita da effetti scenici e sonori, ogni anno sempre più particolareggiati, con una minuziosa cura dei dettagli. Quest’anno, inoltre, il presepe è cresciuto di dimensione raggiungendo una superficie di oltre 35 mq. Il Presepe di quest’anno, intitolato ‘Il seminatore uscì a seminare’, è ispirato alla celebre parabola del seminatore che troviamo nei vangeli di Matteo e Marco, e trova nuovamente ispirazione da una lectio divina del vescovo Mansueto Bianchi, scomparso lo scorso anno. Tutti i giorni dalle 9 alle 19.

16 dicembre-14 gennaio

PRESEPE DELL’ACCADEMIA DELLA BUGIA
Dove: Le Piastre (PT) Per info: www.labugia.it accademiabugia@gmail.com

Qual è l’unico presepe al mondo che ha due bambinelli invece di uno soltanto? Naturalmente quello allestito dall’Accademia della bugia de Le Piastre all’interno dell’omonimo Museo: i due bambinelli sono Matteo Renzi e Silvio Berlusconi, che si dividono la mangiatoia vegliati da Maria (Elena Boschi) e da Giuseppe (Sergio Mattarella) e scaldati dal bue (Walter Veltroni) e dall’asinello (Renato Brunetta). Il parto gemellare è il frutto della colpa, quella del Rosatellum, che nel 2018 porterà la strana alleanza che nascerà sotto le pentastelle comete che da lassù si limiteranno a guardare i due che si dividono la mangiatoia. Così oltre all’Angelino (Alfano) che vola via, così come l’angelo Luigi Di Maio, fanno bella mostra di sé pastorelli e pastorelle (Matteo Salvini e Giorgia Meloni) con le pecore sempre pronte a stare nel branco: Matteo Orfini da una parte e il redivivo Gianni Letta dall’altra. Anche i re magi sono presenti, ma in versione cattiva: Gaspare Trump porta con sé una perfida ambasciata, Melchiorre Kim Jong-Un un missile pronto per il lancio e Baldassarre Putin un cofanetto di polonio, materiale che pare sappia maneggiare molto bene. 

25 dicembre-28 gennaio

PRESEPE ARTISTICO DI LECORE
Dove: Signa (FI) – Loc. Lecore Per info: www.presepedilecore.it

Il Presepe di Lecore è un presepe contemplativo e meditativo realizzato in una splendida Chiesetta nella piana delle Signe in Provincia di Firenze a pochi km dalla Città dove il tempo sembra essersi fermato. Il tema di quest’anno è “Nella speranza c’è il sogno di Dio”. Il presepe viene realizzato in tre mesi di lavoro da Sauro con l’aiuto di amici che, con passione e maestria, realizzano tutte le casette e tutti i personaggi come pezzi unici ogni anno in base al tema. ORARIO PRESEPE: Festivi 15,30 -19,30, Prefestivi 17 – 19,30, altri giorni per gruppi su appuntamento al numero 3382062947.

14,21 e 28 gennaio

CARNEVALE DEI BAMBINI DI VITOLINI

Dove: Vinci (FI) Loc. Vitolini Per info: www.lacompagniadegliortacci.com Tel.348.8576055

33° edizione di questo tradizionale carnevale. Dalle 14.30 i tradizionali carri allegorici animeranno la piccola località toscana. Protagonisti assoluti della manifestazione saranno i più piccoli, che si divertiranno tra canti, balli e la tipica goliardia carnevalesca. Durante il Carnevale dei Bambini ci saranno tanti giochi per grandi e bambini tra cui la tradizionale pentolaccia in piazza.

15 Gennaio

ANTICA FIERA DI S.ANTONIO A POGGIO A CAIANO

Dove: Poggio a Caiano (PO) Per info: tel.055.8798779

Mercatini, stand gastronomici, panini benedetti di S. Antonio, benedizione degli animali e spettacoli equestri sono al centro di questa manifestazione che ha origini antichissime. Riscoperto nel 1997 dopo un’interruzione di ben 50 anni, l’evento pone in evidenza i costumi, le tradizioni rurali, anche se le sue origini non sono certe.

17 gennaio

FALO’ DI SAN NICCOLÒ

Dove: Pontremoli (MS) – Porta Parma Per info: sannicolo.pontremoli@libero.it

Ogni anno si ripete a Pontremoli una tradizione ancestrale, una sfida tra due parrocchie e due patroni che fanno a gara per il falò più grande e durevole, accatastando legna e arbusti in quantità. La rivalità medievale tra Guelfi e Ghibellini, che obbligò Castruccio Castracani a dividere la città in due con la fortezza di cui oggi solo rimane il Campanone, si riflette nei bagliori dei due falò. Due notti magiche che illuminano la notte pontremolese e si riverberano
sulle case del centro storico. Il 17 gennaio la parrocchia di San Nicolò accende il suo falò nel greto del fiume Magra, mentre quella di San Geminiano il 31 gennaio in quello del Verde.

20-21 gennaio

BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI

Dove: Fucecchio (FI) Per info: FB Proloco Fucecchio Tel. 335.5215303

Anche quest’anno la Benedizione degli Animali si svolgerà in due giorni: il 20 gennaio primo giorno, bel giro nel nostro Padule fino al confine con Pistoia. Il 21 gennaio, giorno della Benedizione, partiremo dalla TORRE in direzione di Fucecchio sfilando per le vie del centro fino ai piedi della Collegiata dove Don Andrea celebrerà la SS. Messa. Poi pranzo per i cavalieri e per chi volesse unirsi alla Contrada Sant’Andrea.

21 gennaio

PALIO DELLE CONTRADE DI BUTI

Dove: Buti (PI) Per info: www.paliodibuti.org Tel. 0587.722511

Il Palio di Buti, il primo dell’anno in Toscana, trae le sue origini dalla festa religiosa di Sant’Antonio, protettore degli animali domestici. Intorno alle 14,45 iniziano le corse. Il tracciato interrato e adeguatamente protetto, di circa 750 m, presenta due leggere curve sul primo tratto e un’ultima curva, prima della dirittura in leggera salita. Tre tribune con posti a sedere e tre maxi schermi consentono l’intera visione della corsa, anche se in linea. Si corrono la I° e la II° batteria dove vengono sorteggiati, in ognuna, tre cavalli e a seguire si corre la III° dove, oltre all’ultimo cavallo sorteggiato, ricorrono i secondi arrivati delle precedenti batterie. I vincitori delle tre batterie disputano la finale.  Nella domenica che precede il Palio la Contrada vincitrice dell’ultima edizione, con un corteo che muove dalla Sede sino al Duomo, riconsegna il Drappo al Pievano che, col Presidente del Seggio, procede al sorteggio delle tre batterie. 

FESTA DI S. ANTONIO ABATE E BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI

Dove: Massa Marittima (GR) Per info: www.vivigrosseto.it

Si tratta della tradizionale benedizione degli animali in onore del patrono dei contadini e degli allevatori e protettore degli animali domestici. L’evento, organizzato dalla Proloco con la collaborazione della Diocesi di Massa Marittima e Piombino ed i “Cavalieri delle Colline Metallifere”, con il patrocinio del Comune prevede alle 9 la partenza dal piazzale della Piscina per una passeggiata a cavallo nei sentieri del bosco circostante, la sfilata di tutti i partecipanti con i loro animali che dalle 11,30, scenderanno da viale Martiri e Corso Diaz verso via di San Francesco via Roma e Piazza Garibaldi.

BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI

Dove: San Giovanni Valdarno (Fi) Per info: www.prolocosangiovannivaldarno.it

La domenica successiva al 17 gennaio – Sant’Antonio Abate- avviene la Benedizione degli animali. Tutti i cittadini sangiovannesi, ma anche tanti abitanti dei comuni vicini, portano in piazza Masaccio i loro animali domestici e da cortile, che, in ricordo di Sant’Antonio patrono degli animali, ricevono la benedizione del parroco della Basilica di Maria SS Delle Grazie.

21 e 28 gennaio e 4,11 febbraio

CARNEVALE DI VICOPISANO

Dove: Vicopisano (Pi) Per info: www.carnevalevico.it

Quattro domeniche di festa per quattro imperdibili appuntamenti per la nuova edizione del Carnevale dei Ragazzi di Vicopisano. Nella piazza centrale Guido Cavalcanti carri animati e tante attrazioni tipiche per il divertimento di grandi e piccini. Sfilate dal primo pomeriggio con carri allegorici interamente realizzati dai volontari locali al ritmo di musica e tutti potranno danzare lanciando in aria coriandoli e stelle filanti. Il Carnevale è organizzato dai volontari locali che ogni anno rinnovano l’appuntamento con il divertimento. Ingresso gratuito.

21 e 28 gennaio, 4,11 e 13 febbraio

CARNEVALE DEI RAGAZZI DI PONTEDERA

Dove: Pontedera (PI) Per info: carnevaledeiragazzi.pontedera@yahoo.it Tel. 339.8323068

La città toscana come ogni anno ospiterà gli eventi carnevaleschi: le sfilate allegoriche animeranno Pontedera con canti, balli e musiche tipiche del periodo. Il Carnevale dei Ragazzi di Pontedera è un appuntamento abituale per la città e il comprensorio pisano. L’omonimo Comitato organizza questa manifestazione per portare avanti una tradizione lunga oltre cinquant’anni.

CARNEVALE BIENTINESE

Dove: Bientina (PI) Per info: www.carnevalebientinese.it Tel.335.7462515

Nel periodo del Carnevale, come ormai di consueto, si tengono a Bientina le sfilate di carri allegorici; i corsi mascherati vengono organizzati dall’Associazione per il Carnevale Bientinese che ogni anno propone nuovi carri ispirati a situazioni locali, di satira politica, o di fantasia per i più piccoli. Tipico è l’allegro trenino che, carico di piccoli passeggeri viaggia per tutto il paese. Al termine della serata di “martedì grasso” è diventato di rito il “falò del Bientinaccio”: viene infatti incendiato un fantoccio che rappresenta lo spirito del carnevale e di seguito si tiene lo spettacolo dei fuochi d’artificio.

21, 28 gennaio, 4,11,13 e 18 febbraio

CARNEVALETTO DA TRE SOLDI

Dove: Orbetello (GR) Per info: www.carnevaletto.it Tel.0564.868039-339.2990461

Ritorna il Carnevaletto con la 49a edizione. Apertura della manifestazione domenica 21 gennaio con un grande spettacolo ed il proclama di Re Carnevale. Anche quest’anno una manifestazione ricca di sorprese e novità Quest’anno, appunto, si partirà domenica 28 gennaio con i carri che sfileranno tutte le domeniche fino al 18 febbraio. Ci sarà poi la notturna del martedì grasso, 13 febbraio.

21,28 gennaio, 4,11,18 febbraio

63° CARNEVALE DEI BAMBINI A ORENTANO

Dove: Castelfranco di Sotto (PI) – Loc. Orentano Per info: www.carnevaleorentano.net

Orentano un piccolo paese del Comune di Castelfranco di Sotto sito alla punta estrema di ponente della Valdinievole, fra i boschi delle Cerbaie ad un passo da Lucca, Montecatini Terme e la Versilia ed a soli 50 km circa da Firenze. Orentano offre da molti anni uno dei corsi mascherati della Toscana maggiormente apprezzati, un successo che viene da molto lontano, infatti, nel 1956, il parroco don Livio Costagli ebbe l’idea di organizzare un corso per trascorrere con i ragazzi alcune ore di spensierata allegria. Una manifestazione di schietto sapore folkloristico, una tradizione popolare nata quasi per caso e mantenuta in vita dalla fattiva collaborazione degli oltre 200 soci del Ente Carnevale dei Bambini che con impegno, amore e fantasia, in tutti questi anni, si sono sempre migliorati fino a rendere questo Carnevale uno fra i più seguiti della Toscana.

24-27 gennaio

FESTA DELLA CANZONETTA E DEL TEATRO DIALETTALE PIETRASANTINO 2018

Dove: Pietrasanta (LU) – Teatro Comunale Per info: www.comune.pietrasanta.lu.it

Festa della canzonetta e del teatro dialettale pietrasantino: iniziato il conto alla rovescia. Adrenalina, tanta attesa e soprattutto tanta curiosità per i testi, le musiche e gli interpreti, ma anche per le scenette che si daranno battaglia sul palcoscenico del teatro comunale di Pietrasanta. L’appuntamento con lo Sprocco (per la miglior canzonetta) e la Scartocciata (per la miglior scenetta recitata in dialetto) aprono, come ogni anno, il calendario di manifestazioni carnevalesche promosse dall’amministrazione comunale e dalle contrade.

26 gennaio

FIORITA DI SAN ZANOBI

Dove: Firenze – Piazza San Giovanni Per info: www.comune.fi.it Tel. 055.2616056

Cerimonia in ricordo della traslazione del corpo di San Zanobi. Il Corteo storico raggiungerà la colonna di San Zanobi, a lato del Battistero, deponendo una decorazione floreale sul luogo dove avvenne il miracolo dell’olmo.

27 gennaio, 4,11,13 e 17 febbraio

CARNEVALBACCO

Dove: Lucca – Foro Boario Per info: fb Promo-Terr

Al Foro Boario di Lucca, luogo ideale per una festa a tema, si ripropone il CarnevalBacco-Il baccanale delle tradizioni e del folclore rurale. Cinque giorni dedicati alla cultura, all’enogastronomia e alle tradizioni lucchesi nell’ambito del periodo carnevalesco. La rassegna prevede un programma ricco di intrattenimenti di vario genere per ogni giorno del CarnevalBacco e tante sorprese per tutti.

CARNEVALE DI VIAREGGIO

Dove: Viareggio (LU) Per info: http://viareggioilcarnevale.com info@ilcarnevale.com

Viareggio, la capitale del Carnevale italiano dà appuntamento ai cinque grandi Corsi Mascherati 2018 sui Viali a mare. Per un mese, la città si trasforma nella fabbrica del divertimento tra sfilate di giganti di cartapesta, feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici e grandi eventi sportivi mondiali. Il triplice colpo di cannone è il segnale inequivocabile che a Viareggio inizia la festa. Sparato dal mare dà, ogni volta, il via alla sfilata dei carri. Come per magia i giganteschi mascheroni prendono vita tra movimenti, musica e balli. Uno spettacolo sempre nuovo, entusiasmante ed affascinante. Cinque i Grandi Corsi Mascherati, concentrati in un mese unico di grandi festeggiamenti. Sabato 27 gennaio – Ore 16,00 – 1° CORSO MASCHERATO serale DI APERTURA. Al termine Grande Spettacolo pirotecnico. Domenica 4 febbraio – Ore 15,00 – 2° CORSO MASCHERATO. Domenica 11 febbraio – Ore 15,00. 3° CORSO MASCHERATO – Martedì 13 febbraio – Ore 17,00. 4° CORSO MASCHERATO notturno DEL MARTEDI’ GRASSO – Sabato 17 febbraio – Ore 17,00. 5° CORSO MASCHERATO notturno. Al termine la proclamazione dei vincitori. Grande Spettacolo pirotecnico finale

28 gennaio e 4 febbraio

CARNEVALE DEI FIGLI DI BOCCO

Dove: Castiglion Fibocchi (AR) Per info: www.carnevaledeifiglidibocco.it Tel.339.6682186

Carnevale che attira migliaia di turisti da tutta Italia e che richiama nelle sue fattezze e nella maestosa eleganza quello di Venezia. La forza di questo evento risiede soprattutto nello sfarzo e nella straordinaria bellezza di costumi e maschere, le splendide maschere barocche che, sfilando per il borgo medievale, creano un’atmosfera davvero unica. Sono circa 200 i figuranti che ogni anno prendono parte a questa suggestiva manifestazione e che, grazi ai loro splendidi costumi artigianali, impersonano i personaggi più diversi: dall’Araldo all’Amorino, da Sherazade alle Fate, da Arlecchino alla Regina di Cuori. Il protagonista di tutte loro, il vero re del Carnevale, è Re Bocco, colui che apre le porte del Castello e racconta le storie della corte.

28 gennaio, 4 e 11 febbraio

CARNEVALE DI VENERI
Dove: Pescia (PT) – Loc. Veneri Per info: www.carnevalediveneri.altervista.org

Eccoci arrivati alla 36a edizione del Carnevale di Veneri, la festa più divertente e più fantasionsa dell’anno. E non può essere altrimenti, vista la vicinanza con Collodi, paese di Pinocchio. La fantasia è di casa, e gli appuntamenti sono ricchi di coivolgimenti e attrazioni per le famiglie. Nelle tre domeniche, a partire dalle 14,30, il corso mascherato si muoverà lungo il percorso disegnato dal comitato, con coloratissimi carri allegorici su cui potranno salire i bambini, veri protagonisti della festa. E poi ancora truccabimbi, animazione, giocoleria, clown e stand gastronomici con i favolosi bomboloni del carnevale.

IL CARNEVALE DI SANTA CROCE – CARNEVALE D’AUTORE

Dove: Santa Croce (PI) Per info: www.carnevalesantacrocese.it carnevaledautore@gmail.com

Tra i carnevali più antichi d’Italia si può senz’altro citare il “Carnevale di Santa Croce” detto anche “Carnevale d’Autore”, collocabile addirittura al 1928. Nato dalla voglia dei paesani di mascherarsi per ravvivare le grigie giornate invernali, ben presto si evolve e si allarga anche ai paesi limitrofi con tanto di carri allegorici che, all’epoca, erano trainati da buoi. Negli anni trenta nacquero i primi gruppi carnevaleschi, tuttora sulla scena con i nomi di: la Nuova Luna, gli Spensierati, la Lupa e il Nuovo Astro. Ogni anno per le strade di Santa Croce si riversano fiumi di grandi e piccini in un universo scintillante fatto di colori, paillettes, maschere di cartapesta e musica con l’obiettivo di offrire al numeroso pubblico uno spettacolo sorprendente. Eventuale recupero domenica 18 febbraio.

CARNEVALE SANROMANESE

Dove: Montopoli in Val d’Arno (PI)–Loc. San Romano Per info: FB carnevalesanromano

Nella piccola località toscana dal primo pomeriggio ci saranno le caratteristiche sfilate allegoriche accompagnate dai bambini in maschera. Ogni corso mascherato sarà preceduto dalla Baby Band, banda folkloristica composta da bambini che frequentano le scuole dell’infanzia. Il Carnevale Sanromanese è organizzato dall’Associazione Culturale Carnevale Sanromanese in collaborazione con le scuole materne di San Romano e Angelica. La storia del Carnevale risale al 1992, anno in cui alcune mamme fecero sfilare i loro bimbi con vestiti ispirati al mondo delle fiabe. Tema di quest’anno “I Minions a San Romano”…e buon divertimento!!!

CARNEVALE DI SAN MAURO A SIGNA

Dove: San Mauro a Signa (FI) Per info: www.prolocosigna.it Tel.055.8739048 – 055.8790183

Tornano a sfilare i coloratissimi e fantasiosi carri allegorici che hanno fatto divertire e mascherare ormai tre generazioni di bambini! Si tratta di una sfilata di carri allegorici (circa 5/6) con animazione diversa ogni domenica con banda musicale, majorette, scuola di ballo e vari gruppi mascherati. Le vie del paese di San Mauro, a pochi chilometri da Signa, si animeranno con corsi mascherati, trenini del carnevale, giostre e stand gastronomici, per offrire a grandi e piccini tre domeniche di divertimento assicurato.

CARNEVALE ARETINO ORCIOLAIA

Dove: Arezzo Per info: www.carnevalearetino.it FB Carnevale orciolaia Tel.0575.28353

Come ogni anno, il centro storico aretino ospiterà tanti carri allegorici e divertimenti per tutte le età. Il programma del Carnevale Aretino Orciolaia prevede la sfilata dei carri allegorici per le vie di Arezzo, in compagnia di centinaia di grandi e bambini in maschera. A divertire i più piccoli, poi, ci penseranno anche i trenini. Al Carnevale Aretino Orciolaia il divertimento è “obbligatorio” ma alcune cose sono vietate, come le bombolette spray e i manganelli. In questo modo tutti si spasseranno e nessuno si farà male! Il Carnevale Aretino Orciolaia è organizzato dall’omonimo comitato in collaborazione con i tanti volontari che ogni anno prendono parte alla manifestazione.

CARNEVALE DEI PICCOLI

Dove: Seravezza (Lu) Per info: tel. 0584.757325

Tra coriandoli e stelle filanti, la bella sfilata dei carri in cartapesta arriva nel centro accompagnata dall’intrattenimento musicale della banda Filarmonica Versilia, dalle percussioni, dalla performance degli sbandieratori e dalle majorette. Le tre giornate, pensate a misura di bambino, prenderanno il via nel centro cittadino nel pomeriggio dalle 14,30 fino alle 19,00 con ingresso libero. Il Carnevale dei Piccoli è organizzato dalla Pro Loco di Seravezza con la collaborazione dell’amministrazione comunale. Questa manifestazione vanta una lunga tradizione e da anni anima il periodo carnevalesco della Versilia.

28 gennaio, 4-11 e 13 febbraio

CARNEVALE DI PAPERINO

Dove: Paperino (Po) Per info: fb Circolo Arci Paperino

A Paperino passano gli anni ma non la voglia di mascherarsi. Dopo oltre quarant’anni, dal lontano 1977, quando il carnevale rappresentava il mondo contadino mentre il paese stava diventando artigianale, si è giunti a delle vere e proprie scenografie su carro. Dai vestiti che ironizzavano su caratteristiche di alcuni personaggi reali, si è arrivati a privilegiare forme e colori dei vari e numerosi gruppi mascherati. Dai tamburi si è passati prima alla banda, poi all’impianto stero con le casse lungo tutto il paese fino all’animazione dal terrazzo del circolo. Aggregazione, scambio, coinvolgimento, partecipazione sono gli elementi che tengono insieme la storia di questo carnevale che cresce ogni anno.

CARNEVALE DI DICOMANO

Dove: Dicomano (FI) Per info: info@carnevaledicomano.it Tel. 055.8385407

Il Carnevale di Dicomano è uno degli appuntamenti più attesi della zona e ogni anno richiama visitatori da tutta la Toscana. Dal primo pomeriggio i carri allegorici con le figure in cartapesta sfileranno per le vie del paese. Gli stand gastronomici allestiti in centro offriranno i prodotti locali e le ghiottonerie tipiche di questo periodo. Durante il Carnevale si svolgerà un concorso per maschere e gruppi mascherati chiamato “La Dicomaschera”, e sarà attivo un piccolo luna park per i ragazzi.

28 gennaio, 4,11 e 18 febbraio

CARNEVALE SULLE DUE RIVE

Dove: Vinci (FI) Loc. Spicchio e Sovigliana Per info: www.carnevalesulleduerive.it

Sovigliana offre da molti anni uno dei corsi mascherati della Toscana maggiormente apprezzato da grandi e piccini. Una manifestazione nata quasi per caso e mantenuta in vita dalla passione dei soci del Comitato Carnevale Sulle Due Rive, che con impegno, amore e fantasia, in tutti questi anni, si sono sempre migliorati fino a rendere questo evento unico e speciale. Alla costruzione dei carri partecipano fabbri, falegnami, pittori, elettricisti e non solo, che mettoono a disposizione il loro tempo libero per realizzare le opere, carri di dimensioni notevoli su cui possono salire bambini, genitori e nonni, per un divertimento assicurato. I corsi mascherati si svolgono sul Viale P. Togliatti, particolarmente adatto a questo genere di eventi.

CARNEVALMARLIA

Dove: Capannori (LU) – Loc. Marlia Per info: www.facebook.com/CarnevalMarlia

Allegria in primo piano anche quest’anno, a Marlia, con domeniche di trambusto e musica grazie allo storico Carnevale di Marlia. Uno dei carnevali più antichi, che nasce nei primi del 900 quando il carro era solo una macchina “vestita”, ma che negli anni si è evoluto fino a compiere vere e proprie opere d’arte espresse dai maestri cartapestai di Marlia. Quattro i carri in competizione per aggiudicarsi l’ambita “Palma”, Ma tutti cederanno il passo a Marillone, la maschera che rappresenta la manifestazione e che sfilerà per prima. Il Comitato CarnevalMarlia pensa ai bambini anche in questa edizione, garantendo loro tanto divertimento e giochi, animazioni, canzoni, ma anche un biglietto omaggio, per il sorteggio di giochi e biciclette in ogni domenica di Carnevale. Naturalmente è d’obbligo salire sul palco e, soprattutto …divertirsi assolutamente!!!

28 gennaio, 4,11,18 e 25 febbraio

CARNEVALE DI FOIANO

Dove: Foiano della Chiana (AR) Per info: www.carnevaledifoiano.it Tel. 349.8734595

A Foiano della Chiana il Carnevale si costruisce tutto l’anno, si vive ogni giorno. Nato nel 1539 si può annoverare tra i più antichi d’Italia, quando allora i carri non erano di cartapesta e non rappresentavano ardite allegorie. Erano semplici carrozze del paese e “carri matti” che, armati di sacchi di lupini, castagne e baccalà, ne gettavano manciate alla gente assiepata lungo il percorso. Da allora il rito carnevalesco si è evoluto verso forme più moderne con fantasmagoriche allegorie di eventi mondiali, caricature di uomini politici, sceneggiature di film o di fantasie popolari. Il pagliaccio di Foiano è una maschera burlona da gettare tra le fiamme, un simbolo arcaico della civiltà contadina, che inneggia alla rinascita celebrando la scomparsa delle tenebre e del passato.

31 gennaio

FALO’ DI SAN GEMINIANO

Dove: Pontremoli (MS) – Ponte della Cresa Per info: falosangeminiano.blogspot.it

Ogni anno si ripete a Pontremoli una tradizione ancestrale, una sfida tra due parrocchie e due patroni che fanno a gara per il falò più grande e durevole, accatastando legna e arbusti in quantità. La rivalità medievale tra Guelfi e Ghibellini, che obbligò Castruccio Castracani a dividere la città in due con la fortezza di cui oggi solo rimane il Campanone, si riflette nei bagliori dei due falò. Due notti magiche che illuminano la notte pontremolese e si riverberano sulle case del centro storico. Il 17 gennaio la parrocchia di San Nicolò accende il suo falò nel greto del fiume Magra, mentre quella di San Geminiano il 31 gennaio in quello del Verde.

4,11 e 13 febbraio

CARNEVALE DEI RAGAZZI DI MONTEVARCHI

Dove: Montevarchi (AR) Per info: tel. 348.8126353

Arriva il carnevale, la festa per eccellenza dedicata ai bambini. Oltre sessant’anni di divertimento a Montevarchi con il Carnevale dei Ragazzi. Organizzato dall’Amministrazione Comunale e dal Comitato organizzatore, anche quest’anno prevede un ricco programma. A partire dalle ore 15,00 fino a buio nelle strade del centro storico sfilate di carri allegorici, musica e frastuono oltre alle golose bancarelle di dolciumi, tra i quali cenci e brighelle di Pinocchio, simbolo di questo carnevale. Immancabile il Concorso “Disegni e Pitture del Carnevale” tra le scuole primarie e secondarie i cui capolavori saranno esposti nelle vie el centro. In programma anche l’attesissimo concorso canoro Pinocchio D’Oro giunto al suo 12° anno presso il circolo Le Stanze Ulivieri dove sarà premiata la mascherina canterina “più bella”.

4,11 e 18 febbraio

CARNEVALE DI CECINA
Dove: Cecina (Li) Per info: fb Targa Cecina

Un programma che riserverà molti eventi che animeranno il centro a partire dalle ore 14,30 con sfilata dei sette carri allegorici rappresentativi dei rispettivi rioni, accompagnata da corsi mascherati e dalla gioia dei bambini. Truccabimbi, baby dance, pentolacce e bancarelle. L’ingresso al Carnevale è gratuito, mentre con il biglietto di € 5,00 si può anche salire sui carri, L’evento è organizzato dall’Associazione Targa Cecina. In caso di pioggia una delle uscite sarà recuperata la domenica successiva.

CARNEVALE DI MONTEMURLO
Dove: Montemurlo (PO) – Loc. Oste, Bagnolo e Montemurlo Per info: tel. 0574.5581

Tre domeniche in cui la goliardia carnevalesca animerà altrettanti luoghi del territorio comunale. Il programma infatti prevede i corsi mascherati di Bagnolo (4 febbraio), Oste (11 febbraio), Montemurlo (18 febbraio) a partire dalle ore 15,00. Sfilate per le strade delle varie frazioni, musica e intrattenimenti. Il Carnevale è organizzato dall’amministrazione comunale della cittadina Toscana.

4,11,18 e 25 febbraio

CARNEVALE DI SAN GIMIGNANO

Dove: San Gimignano (SI) Per info: ass.carnevaledisangimignano@gmail.com Tel. 0577.940008

Sfilate folcloristiche di carri allegorici di carta pesta accompagnate da musica, coriandoli e gruppi in maschera. Un carnevale a misura di bambino ma anche per adulti, fatto di scherzi, maschere e tanto divertimento anche per gli adulti! Questo carnevale è uno dei più antichi della toscana, nato nel medioevo e ancora oggi vivo nella popolazione del posto. Sono due le contrade che si scontrano per la maschera più bella: la Maremma e la Piazzetta. Entrambe costruiscono due carri a contrada e quella che fa le maschere più belle e l’intrattenimento più coinvolgente vince, con la gioia e la delusione di una parte della popolazione locale.

CARNEVALE FOLLONICHESE

Dove: Follonica (GR) Per info: www.carnevalefollonichese.it Tel. 0566.52012

E’ iniziato il cammino verso il  Carnevale Follonichese 2018, giunto  alla sua 51^ edizione; e si parte subito con una succulenta novità: dopo il successo di pubblico del 2017,  l’Associazione Carnevale ha deciso  di portare a quattro le uscite invernali, sulla scia di quanto già succede in altre sfilate carnevalesche di portata simile a quella follonichese e considerata anche la continua crescita di dimensioni e di  interesse della manifestazione. I carri e le maschere degli otto rioni,  Capannino, Cassarello, 167 ovest, Centro, Chiesa, Pratoranieri, Senzuno e Zona Nuova,  torneranno a sfilare nel tradizionale circuito sul lungomare nelle quattro domeniche di febbraio: primo appuntamento il 4 febbraio, poi a seguire sfilate anche l’11, 18 e 25 febbraio, sempre nella fascia oraria pomeridiana a partire dalle ore 14,30. Per la seconda sfilata dell’11 febbraio è prevista la proclamazione della Miss Carnevale, per la terza sfilata del 18 febbraio sarà a lavoro la giuria che voterà il miglior carro e la migliore mascherata. Passerella di festa invece per il 25 febbraio,  con l’omaggio ai vincitori e il saluto agli altri rioni: l’unico imperativo sarà quello di divertirsi e divertire il pubblico con l’arrivederci agli appuntamenti estivi.