5-8 settembre

FESTA DELLA RIFICOLONA A ROSANO

Dove: Rignano sull’Arno (FI) – Loc. Rosano  Per info: bocciodromorosano@gmail.com Tel.055.8303394

Si rinnova puntualmente, nelle gradevoli notti di fine estate dei due primi week end di settembre, l’appuntamento ormai tradizionale con la Festa della Rificolona a Rosano, manifestazione realizzata con il patrocinio del comune di Rignano sull’Arno. Tutto il paese si mobilita per realizzare questi due week end all’insegna del divertimento, della buona cucina e della voglia di stare insieme: la rificolona a Rosano rappresenta ormai un appuntamento irrinunciabile nel panorama delle feste popolari della zona e vanta una storia più che ventennale. Tradizionalmente legata alla natività della vergine, la manifestazione presenta un carnet di appuntamenti e spettacoli variegato e adatto a tutti i palati e a tutte le età che svarierà dalle commedie alla musica fino ad arrivare alla consueta sfilata dei bambini con le rificolone, le lanternine colorate e illuminate, dalle quali prende appunto il nome la festa. Nei pomeriggi della domenica non mancherà mai il divertimento per i più piccoli, con animazione e gonfiabili. Per tutta la durata della festa allo stand ristorante accanto al menù consueto che propone primi piatti e carni alla brace si potrà degustare ogni sera una specialità diversa. Dopo un lauto pasto la serata continua con gli spettacoli sul palco e alla birreria “la spingarda”, sempre attiva dopo il calar del sole. Rosano, comune di Rignano sull’Arno, presso i locali del bocciodromo, via Mario Fabiani 2. Info: Circolo Bocciodromo Rosano,
tel. 055 8303394, Matteo 333 4900 261 Giampaolo 335 7826861. E – mail: bocciodromorosano@gmail.com

7 settembre

FESTA DELLA  RIFICOLONA A FIRENZE

Dove: Firenze  Per info:  Tel. 055.2625416

La festa della Rificolona ha inizio nel centro fiorentino alle ore 20 in piazza Santa Felicita, con l’arrivo dei Pellegrini accolti dalla Banda dell’Impruneta. Ore 20.30: In Piazza Signoria l’inizio del Corteo delle Rificolone, incontro con le autorità civili. Il corteo ripartirà da piazza Signoria e percorrendo via Calzaiuoli giungerà in piazza S. Giovanni dove alle ore 21 si riunirà ad altri cortei delle Rificolone i quali faranno una breve sosta per l’incontro con le Autorità Religiose della Città di Firenze. Il corteo, preceduto dal Gonfalone di Firenze, ripartirà percorrendo piazza Del Duomo e via dei Servi fino a raggiungere Piazza S.S. Annunziata (ore 21.30) per la festa con musica e premiazione della rificolona più bella.

7 settembre

FESTA MEDIEVALE E INCENDIO DELLA TORRE

Dove: Signa (FI) Per info: www.prolocosigna.it  FB Pro Loco Signa Tel. 055.8790183

Venerdì 7 settembre dalle 19 alle 24 “Festa Medievale” nel Castello di Signa con mercato medievale, animazione e stand gastronomici; ore 20.30 Palio di Signa con partenza dalla Chiesa di San Lorenzo, ore 21 Partita di calcio Storico, ore 22 Disfida degli Arcieri ai Giardini dell’Edera. Sabato 8 settembre dalle 19 alle 24 “Festa Medievale” nel Castello di Signa con mercato medievale, animazione e stand gastronomici; ore 20 Convivium banchetto medievale presso i Giardini dell’Edera, ore 23.30 Incendio della Torre.

7 e 14 settembre

ANTICO TORNEO DELLA PALLA GROSSA

Dove: Prato (PO) Per info: www.facebook.com/giocodellapallagrossaprato Tel. 348.3869807

L’antico torneo della “Palla Grossa” è tra i principali appuntamenti delle tradizioni cittadine di Prato. Ha origini medioevali ed è molto simile al calcio in costume fiorentino. Veniva giocato in un campo più corto con una sfera più grande e più pesante rispetto al calcio fiorentino, da qui anche l’origine del nome del gioco “Palla Grossa”. La città era suddivisa in quattro quartieri (Santo Stefano, Santa Maria, Santa Trinita e San Marco) che si sfidavano fra di loro. La preparazione del torneo era scandita da cerimonie solenni. I calcianti partivano in corteo dalla chiesa di riferimento del quartiere per arrivare all’arena di gioco. Si giocava dalle ventidue alla mezzanotte e venivano nominati sei giudici ad arbitrare la partita, seduti su un seggio rialzato. Le due squadre erano composte da 54 giocatori, detti “calcianti”. Dovevano avere tra 18 e i 45 anni ed essere sani, robusti e di buona fama. I ruoli di gioco erano: corridori (attaccanti), sconciatori (difensori), datori innanzi (centrocampisti) e datori addietro (portieri). Quando la palla oltrepassava lo steccato avversario era punto, detto “caccia“. La partita durava un’ora di tempo e vinceva chi aveva ottenuto il maggior numero di punti.

8 settembre

MONGOLFIERA DI SANTA CELESTINA

Dove: San Marcello Piteglio (PT) – San Marcello  Per info: www.comune-sanmarcellopiteglio.info

Da tradizione l’8 settembre viene lanciata la mongolfiera dal centro di San Marcello: si capisce che anno potrà essere. È uno dei momenti più solenni ed attesi dalla Montagna Pistoiese ed una festa entrata fra gli appuntamenti tradizionali in provincia di Pistoia. L’8 Settembre a San Marcello Pistoiese si festeggia Santa Celestina, patrona del centro capoluogo della nostra montagna. E’ il momento in cui turisti e curiosi si ritrovano in Piazza Matteotti per osservare quella strana mongolfiera che sale in aria e poi si squarcia per poi ricadere anche a distanza di centinaia di metri. E questa mongolfiera ha una storia davvero particolare che risale all’Ottocento quando i fratelli Cini, di San Marcello, conoscono il figlio di Joseph Montgolfier e quando quest’ultimo contraccambia la visita dona alla montagna pistoiese una formula per produrre palloni di carta ad aria. Da lì parte il percorso per arrivare alla costruzione della mongolfiera da far volare in occasione della festa del paese a San Marcello. Furono scelti i colori verde, bianco e rosso in orizzontale perché uno dei due Cini, Bartolomeo, era comandante della Guardia Civica e furono poi disegnate delle stellette, simbolo della famiglia. Rimane ignoto l’anno esatto del primo lancio, anche se comunque risale sicuramente ai periodi successivi all’incontro appena descritto.

8 settembre

PALIO DEL BIGONZO

Dove:  Radicofani (SI)  Per info: www.comune.radicofani.siena.it

Domenica 8 Settembre a Radicofani, come ogni anno, si terrà il tradizionale Palio del Bigonzo.
Per l’intera giornata il borgo sarà animato dal corteo storico, dallo spettacolo dei musici e sbandieratori e altre rievocazioni di giochi medioevali.
Dalle 17:00 circa inizia la preparazione alla gara: prima della corsa le contrade si sfidano al tiro con l’arco per l’assegnazione dei posti di partenza dei corridori, a seguire i riti che porteranno al Palio del Bigonzo come la pesatura dei barellini e i lanci di sfida degli sbandieratori. La corsa del palio è prevista per le ore 19:00 circa, al termine della gara ogni contrada organizza le cene nelle proprie cantine a base di prodotti tipici locali. Il Palio del Bigonzo è come sempre organizzato dall’ente Magistrato delle Contrade di Radicofani, in collaborazione con le istituzioni locali e con i tanti volontari che danno vita a questa rievocazione.

 

8 settebre

PALIO DELLE CONTRADE E GIOSTRA DELLA STELLA

Dove:  Bagno a Ripoli (FI) Per info: www.giostradellastella.it

Saranno i musici del Palio dei Rioni di Castiglion Fiorentino (AR), dei Tamburini di Monteriggioni dell’Agresto (SI) e gli Sbandieratori e Musici della Signoria di Firenze i tre gruppi ospiti della 40.ma edizione del Palio delle Contrade – Giostra della Stella di Bagno a Ripoli. Domenica 8 settembre p.v. infatti la rappresentanza del Palio dei Rioni Castiglionesi, con il porta stendardo e 12 musici (tamburini e chiarine) dei tre rioni di Cassero, Porta Romana e del Terziere di Porta Fiorentina, accompagneranno la sfilata storica della manifestazione assieme ad una rappresentanza di 9 Tamburi dell’Associazione Culturale Medievale di Monteriggioni e degli Sbandieratori e Musici della Signoria di Firenze. È la prima volta di questi tre gruppi al Palio delle Contrade e dunque sarà un ulteriore occasione, quella di ascoltare brani e musiche nuove per Bagno a Ripoli, di essere presenti domenica dalle ore 20,30 non solo per le strade attraversate dal corteo, ma anche per assistere alla Giostra nella “conca dei giardini”.

13-14 settembre

LUMINARA,  SPETTACOLO PIROTECNICO E SOLENNE PONTIFICALE DI SANTA CROCE

Dove: Lucca  Per info: www.diocesilucca.it   www.comune.lucca.it

La Festa della Esaltazione della Santa Croce è la festa più importante della città di Lucca che si celebra con la processione notturna a lume di candela detta “La Luminara bella“.
La particolare enfasi con cui a Lucca si celebra la festa è dovuta al millenario culto del Volto Santo di Lucca, il grande crocifisso ligneo venerato nella cattedrale. Simili occasioni in passato non prevedevano, come nelle processioni tradizionali, il trasporto dell’immagine venerata, bensì un vero e proprio corteo di omaggio che si recava cerimonialmente di fronte all’Immagine.
La processione attuale è quindi l’ultima testimonianza di una antica usanza diffusa in tutte le maggiori città del medioevo in cui le popolazioni soggette si impegnavano, al momento della sottomissione, a portare un tributo di cera, in tempi in cui la cera d’api era un articolo di lusso. Tale offerta veniva presentata in forma solenne, una volta all’anno, alla festività del patrono della città egemone.
Le origini della festa sono anch’esse molto antiche; la prima menzione della data del 14 settembre come scadenza legale è del 1118. Intorno a questa data la ricorrenza divenne la principale della città.

  • 14 settembre
  • FESTA A CORTE

Giunti all’edizione numero 13, anche per il 2019, torna la tanto attesa Festa a Corte, Sabato 14 Settembre! L’atrio del Palazzo dei Vicari di Scarperia si trasformerà come di consueto in discoteca a cielo aperto, dalle ore 23:00 alle 3:00, per far divertire e ballare centinaia di ragazzi fino alle prime ore del mattino. L’Ingresso è a pagamento: € 20,00 con una consumazione inclusa, vietato ai minori di 18 anni.

14 settembre

FESTA MEDIEVALE – UN SALTO NEL MEDIOEVO ALL’OMBRA DEL TORRIONE DI BROZZI

Dove:  Firenze – Loc. Brozzi  Per info: www.festamedievalebrozzi.it

Festa medievale Un salto nel Medioevo all’ombra del Torrione di Brozzi, che si tiene ogni anno il secondo o il terzo sabato di Settembre nelle strade e piazze del centro storico di Brozzi, antico borgo alla periferia ovest del Comune di Firenze. Quest’anno l’evento si svolgerà sabato 14 Settembre, come sempre dal primo pomeriggio fino a tarda sera. Stiamo preparando importanti novità per la festa medievale del prossimo settembre, e nelle settimane a venire sulle pagine di questo sito potrete trovare anticipazioni ed informazioni utili sull’attesissima tredicesima edizione.

 

14-15 settembre

MONTOPOLI MEDIOEVO

Dove:  Montopoli in Val d’Arno (PI) Per info: FB Montopoli Medioevo

Da quarantesi anni oramai le gesta degli arcieri di Montopoli, in difesa dell´importante e suggestivo borgo e della sua rocca, vengono riproposte in un entusiasmante sfida tra il popolo di Santo Stefano ed il popolo di San Giovanni – Perinsù e Peringiù – secondo l´originaria denominazione popolare. Alla longeva manifestazione accorre un folto numero di personaggi in costume trecentesco: dame e cavalieri, valletti, notabili, musici e sbandieratori ed una schiera di fanciulle che compongono il Gruppo di Danza Storica. Il mercato medievale, l’accampamento in Rocca, la cena medievale (sabato 14 settembre con prenotazione obbligatoria al 388.9554187),  i duelli di spada, giullari e cantastorie. Una ricostruzione storica attenta ed uno scenario suggestivo rendono la Rievocazione di Montopoli una delle manifestazioni più belle nel suo genere.

14-16 settembre

ASSEDIO ALLA VILLA

Dove: Poggio a Caiano (PO)  Per info: www.assedioallavilla.it  FB Assedio alla Villa

La villa medicea di Poggio a Caiano si prepara a rivivere anche quest’anno i suoi 5 secoli di storia. Torna infatti l’Assedio alla Villa, la manifestazione che per 3 giorni apre le porte della splendida dimora medicea patrimonio Unesco e ne racconta le bellezze, la storia e le suggestioni attraverso spettacoli, cortei, performance, rievocazioni ed eventi speciali. L’edizione 2019 dell’Assedio alla Villa, che sarà la 35esima, è fissata per il 13, 14 e 15 settembre prossimi, quando la villa e il suo incantevole parco saranno il fulcro di un viaggio magico alla scoperta dei capolavori, dei personaggi e delle vicende che si sono susseguiti fuori e dentro le sue mura e che hanno fatto grande la Toscana agli occhi del mondo. Il tutto senza trascurare una buona dose di divertimento.

15 settembre

PALIO DELLA BALESTRA E PALIO DELL’ARCO STORICO DI SANTA CROCE

Dove: Lucca  Per info: www.compagniabalestrierilucca.it

Piazza San Michele, una delle piazze più belle e rinomate del centro storico lucchese, torna ad ospitare le balestre impegnate nel Palio della balestra ad onore e gloria della Santa Croce.  Il 15 settembre dalle 16.00 i balestrieri, divisi in tre squadre rappresentanti i tre terzieri della città di Lucca (San Salvatore, San Paolino e San Martino, i cui colori di rappresentanza sono rispettivamente verde, rosso e nero), si contenderanno con un unico tiro verso il corniolo, lo storico bersaglio di forma conica, oltre all’onore per il miglior tiratore, il “Palio”, un drappo dipinto a mano, che ne segna la vittoria e ne fa dimostranza di trionfo in pubblico. In piazza i tiratori saranno accompagnati dal corteo storico composto da dame, nobili, armati e gli anziani rappresentanti il governo della Repubblica di Lucca, al suono dei tamburi e delle chiarine del gruppo musici. Ma non è finita qui. Infatti domenica 23 settembre sempre in piazza San Michele in Foro avrà luogo il Palio dell’Arco storico di Santa Croce, una gara di tiro con l’arco storico in cui i migliori arcieri, sempre della compagnia Balestrieri, si contenderanno la vittoria e il riconoscimento del miglior tiratore di Lucca.

 

21 e 22 settembre

FESTA MEDIEVALE MEMORIAE ET HISTORIA DE SEMIFONTE

Dove: Barberino Val d’Elsa (FI) Per info: happydaysonlus@yahoo.it Tel. 055.8052205

Festa medievale con corteo storico, banchi di artigiani, artisti di strada, musiche e giochi a tema. Un tuffo nel passato tra i vicoli e le piazze dell’antico castello per ripercorrere l’antico legame tra la città perduta di Semifonte e il borgo medievale di Barberino Val d’Elsa. Un intero paese coinvolto nell’organizzazione di una festa che dal pomeriggio allo scoccar della mezzanotte farà susseguire senza un ordine preciso, come avveniva un tempo nelle piazze e per le vie del borgo, l’allegro passaggio dei musici, le spettacolari performances dei giullari e dei giocolieri, affidando alla spontaneità e alla vitalità dei protagonisti il lento giocoso fluire della kermesse. Altro importante protagonista della kermesse è il palio, una tradizione riscoperta e valorizzata dall’organizzazione della festa con uno spettacolo in cui le antiche contrade di Barberino, Porta senese, Centro, Porta fiorentina si disputeranno la vittoria e la custodia del palio.

 

28 settembre

BACCO ARTIGIANO CARRO MATTO

Dove: Firenze – Centro storico  Per info: Tel. 055.8396523

Sabato 28 settembre dalle 15.30 si tiene a Firenze la tradizionale sfilata per la benedizione del vino con l’offerta alla Signoria di Firenze denominata Bacco Artigianato Carro Matto. Per la rievocazione una delegazione del corteo della Repubblica Fiorentina partirà da Palagio di Parte Guelfa verso piazza Duomo dove troverà ad attenderlo il “Carro Matto”: sul sagrato avverrà la benedizione e poi il corteo raggiungerà piazza Signoria, dove è prevista l’offerta del vino e a seguire un’esibizione dei musici del corteo Storico della Repubblica Fiorentina e dei Bandierai degli Uffizi. Un tempo il vino consumato a Firenze proveniva proprio dalla zona della Rufina e l’offerta del vino alla Signoria di Firenze, da parte dell’Arte dei Vinattieri era l’occasione di una grande festa per la città. Dalle zone della Rufina infatti i fiaschi venivano trasportati a Firenze sul cosiddetto “Carro Matto”, ovvero un carro sul quale i contenitori erano disposti a piramide, trainato da buoi. Sul carro venivano caricati i fiaschi di un’intera cantina, arrivando anche a duemila contenitori. Durante la Repubblica Fiorentina veniva costruita un’enorme piramide in occasione dell’arrivo del vino nuovo: dopo aver ricevuto la benedizione della chiesa di via dei Calzaioli, intitolata a San Michele protettore dei vinattieri, il vino era portato nel Palazzo della Signoria dove il gonfaloniere brindava insieme ai priori alla salute del popolo fiorentino.