LA CITTA’ CHE SCRIVE. PERCORSI ED ESPERIENZA A PISTOIA DALL’ETA’ DI CINO A OGGI

Dove: Pistoia – Biblioteca Forteguerriana  Quando: fino al 17 dicembre 2017

Per info: www.pistoia17.it

La mostra, curata da Giovanni Capecchi e Giovanna Frosini, permetterà ai visitatori di ripercorrere il cammino plurisecolare della scrittura a Pistoia attraverso più di un centinaio di pezzi esposti, fra manoscritti di opere letterarie, documenti, incunaboli, libri a stampa, autografi, piccoli oggetti e materiali figurativi dalla fine del Duecento ad oggi. Il percorso espositivo prende infatti l’avvio dal manoscritto A53, il più antico testo letterario in volgare pistoiese, risalente al 1275, che contiene il volgarizzamento dei Trattati di Albertano da Brescia, opera del notaio Soffredi del Grazia, e dai documenti giuridici e le poesie di Cino dei Sighibuldi, amico di Dante, giurista di fama europea e poeta stilnovista. I manoscritti miniati dell’umanista Sozomeno, rappresentano l’esperienza di scrittura all’aprirsi della nuova età dell’Umanesimo, così come i libri composti e copiati da Tommaso Baldinotti raccontano l’esperienza di una lunga fedeltà di scrittura; le opere di Giulio Rospigliosi (papa Clemente IX) e dell’accademico Niccolò Forteguerri ci riportano una pagina del Seicento e del Settecento. La mostra include anche documenti del Novecento e della contemporaneità, esponendo diverse tipologie di scrittura come quella del cantautore Francesco Guccini, di cui si potrà ammirare l’autografo di Auschwitz, o la lettera del giornalista Tiziano Terzani al figlio Folco. L’Ottocento, secolo d’oro per la vita letteraria pistoiese, è rappresentato in mostra da molte testimonianze, come le illustrazioni del celebre Pinocchio; il vocabolario del lessicografo Policarpo Petrocchi e alcune lettere del mecenate Niccolò Puccini, come quella che gli scrisse Giacomo Leopardi nel 1825, e i delicati disegni della nobile Louisa Grace Bartolini, il cui salotto fu frequentato anche da Giosuè Carducci.

CHIAVE A STELLA – MOSTRA SUL LAVORO INDUSTRIALE NEL ‘900 & “SGUARDI E VISIONI, L’EX BREDA FRA PASSATO E FUTURO”

Dove: Pistoia  – Palazzo Comunale & Atrio del Palazzo Comunale  Quando: fino al 17 dicembre 2017

Per info: www.pistoia17.it

Nell’anno di Pistoia capitale della cultura, la Fondazione Valore Lavoro dà il proprio contributo alla città con una serie di proposte incentrate sul lavoro in fabbrica nel corso del ‘900, prendendo a prestito il titolo del romanzo di Primo Levi, “La chiave a stella”. Il progetto è articolato su più versanti, che avranno come filo conduttore la storia sociale del lavoro industriale e del movimento operaio, in un ottica che coniuga le vicende pistoiesi con quelle globali, e si avvale di prestigiose collaborazioni locali e nazionali e del contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia. L’evento guida è la mostra sul lavoro industriale nel ‘900 nelle Sale affrescate del Palazzo comunale. L’allestimento combinerà insieme una sala dedicata agli artisti pistoiesi e il lavoro in fabbrica a cura di Maurizio Tuci, installazioni site specific a cura di Bärbel Reinhard per le fotografie e Claudio Rosati per la parte etnografica, ed un percorso storico, corredato da utensili e macchinari, curato da Stefano Bartolini e Andrea Ottanelli. Contemporaneamente, nell’Atrio del Palazzo comunale, la mostra fotografica “Sguardi e visioni: l’ex Breda fra passato e futuro” cercherà, attraverso le opere di George Tatge, Mario Carnicelli, e dell’associazione fotografica Fragment, di costruire un tracciato che unisca memoria, immaginazione, identità, funzionalità ed estetica a partire da uno spazio nevralgico e simbolico della città.

GIOVANNI BOLDINI – LA STAGIONE DELLA FALCONIERA

Dove:  Pistoia – Musei dell’Antico Palazzo dei Vescovi Quando: Fino al 6 gennaio 2018

Per info: anticopalazzodeivescovi@operalaboratori.com Tel. 0573.369275

La mostra si propone di riportare in luce lo straordinario momento creativo vissuto del maestro ferrarese in epoca giovanile, quando muovendosi tra Pistoia, Firenze e Castiglioncello, si trovò al centro di una rete di importanti relazioni amicali e professionali che ne segnarono positivamente l’inarrestabile ascesa artistica. Nell’esposizione saranno esposti sedici capolavori realizzati durante gli anni toscani del grande pittore ferrarese oltre al ciclo di pitture murali a tempera che l’artista ha eseguito sul finire degli anni sessanta dell’Ottocento, presso la Villa La Falconiera, ciclo che rappresenta un unicum in Europa, non solo per quanto riguarda la sua produzione artistica, ma in generale della corrente macchiaiola.

ATTORNO ALL’OPERA: LA PRESENTAZIONE DI GESÙ AL TEMPIO DI ANTON DOMENICO GABBIANI

Dove: Pistoia – Museo Civico  Quando: fino al 7 gennaio 2018

Per info: www.mostragabbanipistoia.it  Tel.0573.371296-371214

La mostra, curata da Riccardo Spinelli e promossa e realizzata dal Comune di Pistoia/Museo Civico, rappresenta una delle esposizioni più importanti dell’anno programmate dai musei comunali pistoiesi ed una delle più interessanti nel cartellone degli eventi ideati per Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017. Facendo perno sulla pala di Anton Domenico Gabbiani oggi al Museo Civico, proveniente dalla chiesa benedettina di Santa Maria degli Angeli di Sala, commissionata all’artista nel 1709 ma consegnata solo nell’agosto del 1719, la mostra dà conto dell’importante ‘innesto’ della cultura tardo-barocca fiorentina e romana a Pistoia, rappresentato dalla chiesa dell’antico monastero benedettino. L’edificio costituisce ancora oggi uno dei più interessanti esempi di interno settecentesco organicamente concepito, decorato fra il 1709 e il 1719 con affreschi, stucchi, sculture, dipinti dei più insigni artefici fiorentini, raccomandati per questa impresa dal Gran Principe Ferdinando de’ Medici.

SGUARDI DI VERSI – DA CATULLO A JOVANOTTI PASSANDO PER DANTE E GABER. L’EVOLUZIONE DELLA POESIA IN VENTI SECOLI

Dove: Montecatini Terme (PT) – MO.C.A.  Quando: fino all’11 febbraio 2018

Per info: www.mocamontecatini.it  mocamct@gmail.com Tel.0573.371296-371214

Ideata e curata dal Prof. Bruno Ialuna, Assessore alla Cultura del Comune di Montecatini Terme, “Sguardi di Versi” è pensata per dare un volto ad alcuni di quei poeti che, incontrati sui banchi di scuola o conosciuti per diletto, hanno avuto, senza limiti di spazio o di tempo, il dono di regalare emozioni. In mostra, scatti di autori come Corleone, Lombardi, Cantini, Guidetti, Ciminaghi,  e opere di grandi artisti dell’arte contemporanea come Joan Mirò, Marina Abramovic, Christo Javacheff, Claes Oldenburg,ect. abbinati a poesie che richiamano i loro lavori, in un gioco di riflessi che stimola il pensiero e la ricerca. Impreziosiscono la rassegna tre opere librarie di grandissimo valore, provenienti dalla Biblioteca Forteguerriana di Pistoia,  frutto dell’ingegno di Dante Alighieri, Giovanni Pascoli e Giuseppe Giusti.

DIRITTI NEGATI, DIRITTI SOGNATI: DA ITALIA DONATI A GIACINTA MARESCOTTI

Dove: Monsummano Terme (PT) – Museo della Città e del Territorio  Quando: fino all’11 marzo 2018

Per info: www.mocamontecatini.it  mocamct@gmail.com Tel.0573.371296-371214

Mostra fotografica-documentaria “Diritti negati, Diritti sognati: da Italia Donati a Giacinta Marescotti” curata dall’Istituto Storico Lucchese Sezione Montecatini Monsummano Terme e dall’Istituto Storico della Resistenza di Pistoia. La condizione femminile e la violenza sulle donne sono temi attuali, ieri come oggi, oggi come ieri. Ieri come oggi ci sono casi di mobbing, di tentata molestia, di diffamazione. Situazioni pesanti che possono condurre le più sensibili al suicidio, come accadde a Italia Donati. E persone che hanno lottato per rafforzare il diritto delle donne a cercare e ottenere una vita autonoma, come Giacinta Marescotti Martini. La campagna del diritto di voto nasce qui, dalla consapevolezza che soltanto facendo sentire la propria voce è possibile garantire il rispetto dei propri diritti. Molti anche gli eventi correlati alla mostra tra cui segnaliamo la visita gratuita alla Villa di Papiano e ai luoghi di Italia Donati, che si svolgerà domenica 28 gennaio 2018 a cura di Carla G. Romby e Chiara Martinelli. Ritrovo presso la Villa in Via Montalbano 174, San Baronto. Turni ore 15 e ore 16. Prenotazione obbligatoria tel. 0572.959500