SGUARDI DI VERSI – DA CATULLO A JOVANOTTI PASSANDO PER DANTE E GABER. L’EVOLUZIONE DELLA POESIA IN VENTI SECOLI

Dove: Montecatini Terme (PT) – MO.C.A.  Quando: fino all’11 febbraio 2018

Per info: www.mocamontecatini.it  mocamct@gmail.com Tel. 366/7529702

Ideata e curata dal Prof. Bruno Ialuna, Assessore alla Cultura del Comune di Montecatini Terme, “Sguardi di Versi” è pensata per dare un volto ad alcuni di quei poeti che, incontrati sui banchi di scuola o conosciuti per diletto, hanno avuto, senza limiti di spazio o di tempo, il dono di regalare emozioni. In mostra, scatti di autori come Corleone, Lombardi, Cantini, Guidetti, Ciminaghi,  e opere di grandi artisti dell’arte contemporanea come Joan Mirò, Marina Abramovic, Christo Javacheff, Claes Oldenburg,ect. abbinati a poesie che richiamano i loro lavori, in un gioco di riflessi che stimola il pensiero e la ricerca. Impreziosiscono la rassegna tre opere librarie di grandissimo valore, provenienti dalla Biblioteca Forteguerriana di Pistoia,  frutto dell’ingegno di Dante Alighieri, Giovanni Pascoli e Giuseppe Giusti.

LEGATI DA UNA CINTOLA – IDENTITA’ DI UNA CITTÀ

Dove: Prato – Museo di Palazzo Pretorio  Quando: fino al 25 febbraio

Per info: www.palazzopretorio.prato.it

La cintura della Vergine, conservata nella Cappella del Duomo di Prato, sarà la protagonista di questa nuova esposizione presso il Museo di Palazzo Pretorio. La reliquia più preziosa della città di Prato, chiamata anche Sacro Cingolo, consiste in una striscia di circa 80 centimetri di lana color verde broccata d’oro che rappresenta dal lontano XIII° secolo, il simbolo dell’identità religiosa cittadina e fulcro dei molti dei suoi eventi.

GIORGIO DE CHIRICO – LA SCULTURA

Dove: Arezzo – Palazzo della Provincia Quando: fino al 04 marzo 2018

Per info: Tel. 333 3240813 dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00

A 130 anni dalla nascita e a 40 anni dalla morte di Giorgio de Chirico, Arezzo lo ricorda con una mostra del suo lavoro meno noto: la scultura. L’esposizione è promossa dall’Associazione Culturale Arezzo Ars Nova con il patrocinio del Consiglio della Regione Toscana, della Provincia di Arezzo, della Camera di Commercio di Arezzo, e il sostegno di Chimet e Centro Chirurgico Toscano. La mostra è realizzata con la collaborazione di Casa d’aste Farsetti, Poleschi Arte, Galleria Tega, e di collezionisti privati.Fabio Migliorati, con la collaborazione di Giuseppe Simone Modeo, sceglie il suggestivo ambiente di un salone affrescato quale veste per evidenziare l’origine di un linguaggio che oggi, dalla seconda metà del Novecento, è divenuto riferimento iconografico e perfino stilema. L’uso dell’immagine adottata da Giorgio de Chirico è ancora capace di pronunciare un discorso linguistico varato sulla traccia del simbolo che, dal nulla dell’ordinario, diventa l’unicità straordinaria del tutto. In effetti per l’artista era fondamentale il “riconoscere” come azione della conoscenza, e quindi l’autore più vaticinante del XX secolo “sapeva” poiché poteva tradurre in modo nuovo il quotidiano.

DIRITTI NEGATI, DIRITTI SOGNATI: DA ITALIA DONATI A GIACINTA MARESCOTTI

Dove: Monsummano Terme (PT) – Museo della Città e del Territorio  Quando: fino all’11 marzo 2018 Per info: www.museoterritorio.it  Tel. 0572 959500 – 954463

Mostra fotografica-documentaria “Diritti negati, Diritti sognati: da Italia Donati a Giacinta Marescotti” curata dall’Istituto Storico Lucchese Sezione Montecatini Monsummano Terme e dall’Istituto Storico della Resistenza di Pistoia. La condizione femminile e la violenza sulle donne sono temi attuali, ieri come oggi, oggi come ieri. Ieri come oggi ci sono casi di mobbing, di tentata molestia, di diffamazione. Situazioni pesanti che possono condurre le più sensibili al suicidio, come accadde a Italia Donati. E persone che hanno lottato per rafforzare il diritto delle donne a cercare e ottenere una vita autonoma, come Giacinta Marescotti Martini. La campagna del diritto di voto nasce qui, dalla consapevolezza che soltanto facendo sentire la propria voce è possibile garantire il rispetto dei propri diritti. Molti anche gli eventi correlati alla mostra tra cui segnaliamo la visita gratuita alla Villa di Papiano e ai luoghi di Italia Donati, che si svolgerà domenica 28 gennaio 2018 a cura di Carla G. Romby e Chiara Martinelli. Ritrovo presso la Villa in Via Montalbano 174, San Baronto. Turni ore 15 e ore 16. Prenotazione obbligatoria tel. 0572.959500

MOSTRA “CONFRONTO FRA ACCADEMIE DI BELLE ARTI”

Dove: Monsummano Terme (PT) – MAC,N – Museo di Arte Contemporanea e del ‘900 Quando: fino all’11 marzo 2018 Per info: www.pistoia17.it  Tel.0572.952140

Il programma di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 dà spazio all’arte e alla creatività con un evento che oltrepassa le mura cittadine. In occasione della cerimonia di assegnazione del Premio Internazionale Biennale d’incisione Città di Monsummano Terme, giunto alla sua decima edizione, apre al pubblico la mostra “Confronto fra Accademie di Belle Arti” – a cura di Paola Cassinelli e Marco Giori – con opere di Pablo Picasso e Massimo Campigli, insieme a quelle di cinquantuno giovani incisori selezionati da ventuno Accademie di Belle Arti Italiane e dall’Universidad Complutense di Madrid. La Spagna è il Paese ospite dell’edizione 2017, anno in cui ricorrono l’ottantesimo dalla creazione di Guernica e il centenario del viaggio in Italia di Picasso. Del grande artista spagnolo si potranno ammirare quindici grafiche. Quindici anche le litografie del pittore Massimo Campigli che rappresenta, invece, l’Italia. Ispirati alla penisola iberica, saranno anche gli spettacoli teatrali, i concerti e gli incontri che si susseguiranno per l’intera durata dell’evento espositivo, che arricchisce il calendario culturale di Pistoia Capitale.

IL CAPRICCIO E LA RAGIONE

Dove: Prato – Museo del Tessuto Quando: fino al 29 aprile 2018

Per info: www.museodeltessuto.it  info@museodeltessuto.it  Tel. 0574.611503

Una mostra unica ed esclusiva nel suo genere che vede esposti oltre 100 oggetti tra cui tessuti, abiti da uomo e da donna, porcellane, scarpe, bottoni, guanti, cappelli, dipinti ed incisioni che raccontano i continui passaggi stilistici che si susseguono in questo periodo, dai capricci esotici della prima metà del secolo fino alle classiche forme austere tipiche del movimento neoclassico.

FELINI, ELEGANZA LETALE

Dove: Livorno – Museo di Storia Naturale del Mediterraneo Quando: fino al 13 maggio 2018

Per info: http://musmed.provincia.livorno.it/

Per la prima volta a Livorno una mostra spettacolare e particolare nel suo genere: sono esposti animali in tassidermia posizionati in scorci del proprio ambiente naturale, in posizioni armoniche o  cariche di dinamismo tali da sembrare vere e proprie istantanee di momenti di vita. Una sezione dedicata all’evoluzione, con esposizione di crani e reperti scheletrici di antenati di “felidae”, introduce il visitatore a comprendere i vari cambiamenti morfologici e strutturali avvenuti nel corso degli anni;  inoltre una parte è dedicata all’anatomia e morfologia di questi animali dove è possibile scoprire molte curiosità come ad esempio il meccanismo “dell’unghia retrattile” .Si tratta di una esposizione unica, essendo la più grande mostra sui felini mai realizzata in Italia, completa e corredata di pannelli e bellissime foto. Tra gli esemplari più interessanti in esposizione: il leone, il più grande predatore del continente africano; il ghepardo, l’animale terrestre più veloce del mondo che può raggiungere i 110 km/h in appena tre secondi; il misterioso leopardo nebuloso che vive sugli alberi nel Sudest Asiatico; il gatto pescatore, l’unico felino specializzato in una dieta a base di pesce e le tigri, in grave pericolo di estinzione. La mostra sarà visitabile nei giorni di martedì, giovedì e sabato dalle ore 9,00 alle 19,00, il mercoledì e il venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00 e la domenica dalle ore 15,00 alle 19,00. E’ possibile prenotare visite guidate o, per le scuole, partecipare a laboratori didattici dedicati.