MOSTRA “COSIMO DEGLI  ALBERI”  ALLA SCOPERTA DI UNA CITTA’ DAL CUORE VERDE
Dove: Pistoia  – Biblioteca San Giorgio  Quando: fino al 25 agosto 2018

Per info: www.sangiorgio.comune.pistoia.it

Giunge nelle vetrine esterne e negli spazi interni della biblioteca San Giorgio la mostra dedicata alle tavole di Michele Fabbricatore tratte dal libro per bambini Cosimo degli Alberi di Martina Colligiani e Michele Fabbricatore pubblicato dalla Tesi Group Editrice. L’allestimento è arricchito con le sagome dei personaggi del libro che hanno abbellito il centro storico cittadino lo scorso 6 maggio. Cosimo degli Alberi è un personaggio che trae liberamente ispirazione dal romanzo Il barone rampante di Italo Calvino e che, come lui, ha deciso di vivere sugli alberi viaggiando, spostandosi tra i boschi alla scoperta delle più belle città del nostro paese. Giunto a Pistoia, questo  “bislacco viandante” – come lo definisce l’autrice – ne ammira gli splendidi edifici, i monumenti, l’arte, ma si accorge che manca una componente fondamentale: il verde. Chiede allora aiuto ai bambini, a coloro che possiedono lo sguardo più lungo, la meraviglia più autentica e il maggior entusiasmo, e dà loro l’incarico di riscoprirla e custodirla. Cosimo infatti è sicuro che il futuro della città sia nelle mani dei più piccoli, ma soprattutto nei loro piedi, mai davvero attaccati al terreno. Le immagini e le filastrocche del libro sollecitano una riflessione sull’innato desiderio di esplorazione dell’animo umano, molto evidente nelle azioni dei più

piccoli.

MARCO DELOGU | ASINARA
Dove: Pistoia  – Palazzo Fabroni  Quando: fino al 26 agosto 2018

Per info: www.musei.comune.pistoia.it Tel. 0573.371214

Ventinove immagini, quasi tutte notturne, frutto del nuovo lavoro del fotografo Marco Delogu, accompagnate da ventidue studi e un video, colgono l’Asinara nella sua identità più profonda, offrendoci la bellezza di una natura perlopiù selvaggia e incontaminata, in forte contrasto con l’alterità fredda delle strutture sanitarie e carcerarie che, nel corso di oltre un secolo, hanno ridisegnato gli orizzonti dell’isola fino al 1997, anno di fondazione dell’Ente Parco. Con la mostra Marco Delogu | ASINARA, un progetto della Fondazione di Sardegna nell’ambito di AR/S – Arte Condivisa, il tema del rapporto fra linguaggi visivi della contemporaneità e natura/paesaggio legato, nel caso specifico, alla fotografia come mezzo di documentazione ed espressione, torna al centro degli spazi espositivi di Palazzo Fabroni.

DINAMICHE INTERNE: PERCORSI VISIVI NELLA COLLEZIONE CIVICA
Dove: Monsummano Terme  (PT)  – Museo di Arte Contemporanea e del Novecento  Quando: fino al 2 settembre 2018

Per info: www.macn.it  Tel. 0572.952140

A cura di Paola Cassinelli. Orario lunedì, giovedì e venerdì 16-19; mercoledì 9.30-12.30; sabato e domenica 9.30-12.30 e 16-19. Chiuso martedì e 15 agosto. Ingresso gratuito

NEL VENTRE DELLA BALENA – MOSTRA DI EDWARD CAREY
Dove: Pescia (PT) – Loc. Collodi, Parco di Pinocchio  Quando: fino al 2 settembre 2018

Per info: Tel. 0572.429613-0572.429342

Quarantadue opere in mostra e un libro in uscita: questo di Edward Carey è l’omaggio di una vita di amore dedicata alla figura di Pinocchio. Nel ventre della balena è una mostra, curata da Alba Donati e promossa dalla Fondazione Carlo Collodi in collaborazione con La Milanesiana ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi e con Fenysia -Scuola di Linguaggi della Culturama è anche un libro, uscito a luglio con La nave di Teseo. Realizzata grazie alla collaborazione con la Fondazione Meyer e con il contributo della Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, la mostra sarà  inaugurata il 12 luglio a Collodi nelle sale del Parco di Pinocchio e rimarrà aperta fino al 2 settembre. Dal 13 settembre la mostra si sposterà nella sede di Fenysia -Scuola di Linguaggi della Cultura che si trova in Palazzo Pucci, uno spazio vagamente labirintico nel quale è facile perdersi: luogo ideale per le opere di Edward Carey.

NATURA IN VALDINIEVOLE: LE GEMME DEL PADULE DI FUCECCHIO E DEL MONTALBANO
Dove: Monsummano Terme (PT)  – Museo della Città e del Territorio  Quando: fino al 9 settembre 2018

Per info: www.museoterritorio.it   Tel. 0572.954463-0572.959500

Mostra fotografica a cura del Centro RDP Padule di Fucecchio Onlus. La mostra è costituita da trenta immagini di grande formato che mostrano gli ambienti, ma soprattutto la flora e la fauna del Padule e del Montalbano: in particolare gli uccelli della palude ed i fiori più caratteristici delle colline. Orario: lunedì, mercoledì, venerdì 9-13; martedì e giovedì 16-18. Chiuso sabato, domenica e festivi. Ingresso gratuito. Aperture straordinarie: Domenica 10 giugno dalle 9 alle 13 e Domenica 24 giugno dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18. Ingresso gratuito.  Apertura straordinaria: sabato 11 agosto dalle 21 alle 23 con ingresso gratuito.

NEL TEMPO DELL’ASSENZA. GIOVANNI TIMPANI
Dove: Monsummano Terme (PT)  – Mac,n  Quando: fino al 30 settembre 2018

Per info: www.macn.it  Tel. 0572.952140

Mostra a cura di Paola Cassinelli.  Giovanni Timpani, artista campano, diplomato con lode all’Accademia di Belle Arti di Napoli, è stato il vincitore, nel 2015, del 9° Premio Internazionale Biennale d’Incisione  città di Monsummano Terme. Dopo tre anni Timpani torna a Monsummano con una mostra che mette in evidenza i notevoli progressi raggiunti grazie  allo studio continuo e all’incessante sperimentazione tecnica.  L’acquaforte, l’acquatinta, la puntasecca sono le  tecniche con le quali sono stati realizzati i suoi ventidue fogli incisi, di varie dimensioni, esposti nelle sale del primo piano della Villa Renatico Martini, che seguono il progetto: Oblò. Un occhio sul mondo dell’arte contemporanea. Una figura umana, totalmente autobiografica e più o meno riconducibile a forme reali, è la protagonista delle stampe di Timpani, una forma che si muove, si contorce, si lancia all’interno di differenti contesti scenografici, talvolta riconducibili a eleganti palazzi signorili altre volte a scenari nei quali prevale l’oscurità, colpita da improvvisi bagliori.  Lo stesso autoritratto di Timpani, che apre la mostra, è costruito dai forti contrasti chiaroscurali, che  mettono in evidenza non solo l’assoluto riconoscimento del profilo del  personaggio, quanto la sicurezza e la consapevolezza del suo percorso  professionale, caratterizzato dalla profondità dell’occhio che in  tralice comunica con l’osservatore.

GENIALE! GLI INVASORI DELL’ARTE
Dove: Montecatini Terme (PT)  – Montecatini Contemporary Art  Quando: fino al 4 novembre 2018

Per info: www.mocamontecatini.it

Curata dall’assessore alla Cultura, Bruno Ialuna, la rassegna racconta l’evoluzione dell’arte urbana dalla sua nascita, nelle strade di New York, fino alla diffusione in tutti e cinque i continenti. Esposti i lavori di 30 artisti tra i più significativi di questo genere che ha la grande potenzialità di lanciare messaggi diretti, di non fare discriminazioni e di parlare a tutti senza alcuna distinzione. La Sala 1 è riservata alla storia del Graffitismo e della Street Art,  la seconda sala è dedicata alla Scuola Inglese mentre protagonista della Sala 3, la scuola Italiana che deve la sua nascita a Paolo Buggiani, originario di Castelfiorentino, amico di Keith Haring, con il quale ha condiviso la recente mostra di Palazzo Medici Riccardi a Firenze. Infine, la Sala Mirò accoglie le star dell’Arte Urbana dei nostri tempi, quelle che è possibile trovare sui muri di tutto il mondo ma anche sui libri di scuola, nelle riviste, nei calendari, nei film, nei videoclip musicali e nei capi di abbigliamento. Dunque, una rassegna antologica fra le più complete mai realizzate in Italia, un’opportunità per gli appassionati di Arte Urbana di godere di opere importanti, molte delle quali provenienti da collezioni private e un’occasione per chi non conosce la Street Art di scoprire un genere capace di sorprendere, stupire ma soprattutto di far pensare.