“Cerco le parole”: quando un cortometraggio parla al cuore

0

“Cerco le parole”, ovvero: il nuovo cortometraggio firmato da Roberta Mucci, un autentico colpo da maestra sui problemi dell’alcolismo: eccolo qua il protagonista della nostra pagina dello spettacolo che, questo mese, abbiamo deciso di dedicare interamente a questo esempio di come l’arte espressiva possa e debba occuparsi anche di temi complicati e difficili. Attività che Roberta, amica della nostra redazione, ha dimostrato già più volte di saper fare davvero bene.

La presentazione – I l cortometraggio, realizzato a scopo sociale, è stato presentato il 27 dicembre presso il Santomato Live Club di Pistoia. Cerco le parole, narra la storia di una ragazzina di 17 anni, con i classici sogni di un adolescente, che si trova a fare i conti con la dura realtà che la vita gli mette davanti. La giovane vive con il padre, che non accetta la scomparsa improvvisa della moglie e inizia a fare uso di alcol. Problema contro il quale la giovane cerca di lottare con tutte le sue forze per far desistere il proprio genitore da un infame destino.

Un curriculum che è una garanzia – Roberta Mucci è il classico “un nome / una garanzia”: anche autrice e consulente di vari programmai Rai, ha firmato la regia del Premio Doppiatori “Leggio d’Oro”, lavorando a fianco di Lorenzo Beccati autore di Striscia la notizia, ideatrice del programma tv “Short Movies” insieme a Jacopo Morini inviato delle Iene. È anche la regista del cortometraggio “Marco e il nonno” con Sergio Forconi, un corto che ha ricevuto ben 10 premi e nomination. Premiata al festival Film Spray e dall’accademia Lorenzo De Medici come produttrice esecutiva del film “Attimi di fuga” con il grande Giancarlo Giannini.

Un cast che sfavilla – Protagonista maschile di “Cerco le parole” è invece Renato Raimo, acclamato attore di teatro, cinema e tv, ha all’attivo importanti interpretazioni che gli hanno permesso di calcare le scene di molti teatri italiani, set cinematografici e di molte fiction tra le più amate degli ultimi anni, da Don Matteo, Un Posto al sole, Medicina Generale, Ho sposato uno sbirro a Che Dio Ci Aiuti, per citarne solo alcune tra le più seguite, per poi nel 2012 dare il volto a Mauro Zanasi, il cinico, raffinato e losco uomo d’affari, conquistando in poco tempo gli appassionati delle storie della soap più seguita d’Italia “Cento Vetrine” in onda fino al 2016 su Mediaset, rivestendo il ruolo per tre stagioni.

Accanto a Renato in “cerco le parole” e per la prima volta sugli schermi la giovanissima Luna Agostini, anche cantante della canzone da cui prende il titolo lo short movie che ha raggiunto in pochissimo tempo un importante numero di visualizzazioni sul web. Luna dopo essere stata premiata al Sanremo Music Awards, ha inciso diverse cover anche in inglese, francese e da poco in lingua giapponese, che si possono ascoltare sulla sua pagina Facebook ufficiale.

Recommended Posts